Colleferro. “Scaligeri” a convivio. Grande riunione di nativi-residenti-abitanti del quartiere Scalo…

Nola FerramentaNola Ferramenta

COLLEFERRO SCALO – Non lo abbiamo mai fatto di aprire un articolo con la dicitura “COLLEFERRO SCALO” anche perché abbiamo sempre considerato la città, lo Scalo ed il IV Km, un’unica entità.
Questa volta però l’evento di cui stiamo per riferire, ci ha suggerito di operare in tal senso.

Superfluo ricordare che il Quartiere dello Scalo rappresenta in qualche modo la “madre” della città, il primo vero nucleo abitativo insediatosi a ridosso della ferrovia fin dall’inizio del secolo scorso.
In questo quartiere sono nati, andati a scuola e cresciuti molti colleferrini che oggi vivono altrove, in altre parti della città, od anche fuori dal territorio comunale.

Ed è proprio con questo spirito che alcuni “ragazzi” dello Scalo si sono ritrovati ed hanno organizzato una cena per tornare ad incontrarsi in un contesto conviviale fatto di aggiornamenti, ricordi, allegria e giovialità.
Come luogo di incontro hanno scelto il Ristorante “Le Rose” di Anagni, neanche a dirlo, gestito da uno “scaligero”, come amano definirsi coloro allo Scalo ci sono nati o ci hanno vissuto a lungo.

Venerdì 20 Settembre erano ben 130 – scaligero più, scaligero meno – a festeggiare tutti insieme, accomunati dallo spirito di chi ha condiviso momenti indimenticabili della propria vita nel medesimo luogo: lo Scalo.

Quarantenni, cinquantenni, sessantenni che sono stati così bene da rinnovare l’appuntamento al 13 Dicembre prossimo, pensando già di organizzare una grande festa di quartiere nella prossima primavera…
Ma avremo modo di parlarne a tempo debito…

 

Potrebbero interessarti anche...

Top