Colleferro. Rinvio della “Commissione sugli impianti sportivi”. Aldo Girardi (C 2.0) risponde al Presidente Francesco Guadagno

Nola Estate 2019Nola Estate 2019

Colleferro-Girardi-630

COLLEFERRO (RM) – Sull’ormai “famigerato” rinvio della riunione della Commissione consiliare “Affari generali” dedicata alla questione degli impianti sportivi, – convocata Lunedì 18 Luglio scorso e rinviata a domani, Venerdì 22 Luglio – ci giunge in redazione un comunicato stampa del Consigliere comunale Aldo Girardi (Colleferro 2.0). Di seguito il testo.

«Dopo aver letto la risposta del Presidente Guadagno ritengo doveroso fare alcune precisazioni.

Volantino Marmorato Expert Colleferro – Un regalo a tutto volume - 11-24 Luglio 2019

Innanzi tutto, quando parla di “…discussioni sterili…” molto presumibilmente si rivolge a discussioni tenute sull’argomento nell’ambito delle riunioni di maggioranza, visto e considerato che sulla specifica questione abbiamo avuto il piacere di confrontarci solo lo scorso 11 Luglio, decidendo a tal proposito di darci dei tempi (30gg) ed una metodologia di lavoro che prevedeva a partire dalla commissione del 18 u.s., Regolamento alla mano, la verifica punto per punto di quanto deliberato dal Commissario e la stesura di un nuovo testo condiviso il più possibile. Tra l’altro, per quanto mi riguarda sono perfettamente d’accordo che sia finito il tempo delle “vacche grasse”, ma questo non implica il fatto che si possa, anzi, si debba arrivare a definire un Regolamento che tenga conto delle esigenze delle Società, dei tesserati e dell’Ente stesso; e di idee a tal proposito ne abbiamo, e sulle stesse siamo pronti a confrontarci.
Legittimo che Il Presidente si presenti in Commissione con una “bozza di Regolamento”…ma se questo contraddice quanto precedentemente concordato, non dico che possa lasciare “irati”, ma quantomeno contrariati si.

Riguardo poi alla decisione di interrompere l’ultima Commissione mi chiedo come possa definirsi un “…fatto spiacevole ed increscioso…” voler assistere seppur interessato, ma sia chiaro, senza diritto di parola’, alla seduta che a norma di regolamento è pubblica.
Se invece si riferiva al mio comportamento….beh attenzione a quello che si dice….visto che non corrisponde al vero il fatto che ricevuta la telefonata (a proposito il mio recapito è stato dichiarato pubblico alla segreteria generale del Comune!) io mi sia alzato ad aprire la porta per far accomodare la persona in questione. Semmai è l’esatto contrario; ho avvisato il Presidente di quello che stava avvenendo ed ho fermato la persona sulla porta, chiedendo di avere pazienza poiché lo stesso Presidente voleva accertarsi di quanto previsto dal regolamento comunale (!?)…..ma dopo aver verificato che la seduta era pubblica, si sarebbero dovuti continuare i lavori per rispetto di quella “trasparenza” che a ben vedere viene chiamata in causa solo quando fa comodo.

Per quanto mi riguarda non ho problemi ad assumermi le mie responsabilità davanti a chicchessia, così come sono certo lo sarà anche il Presidente Guadagno; purtroppo però quanto accaduto potrebbe indurre qualcuno a pensare il contrario!»

F.to Aldo Girardi (Colleferro 2.0)

 

Potrebbero interessarti anche...

Top