Colleferro. Rapina aggravata, 3 giovani romeni catturati dai Carabinieri (VIDEO)

Nola Ferramenta Natale 2021Nola Ferramenta

 

Rapina-Pollini-Colleferro

Un fotogramma dal nastro della videosorveglianza del bar

Stagione Teatrale Vittorio VenetoStagione Teatrale Vittorio Veneto

COLLEFERRO (RM) – I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Colleferro, agli ordini del Cap. Emanuele Meleleo hanno catturato 3 giovani romeni, residenti ad Artena, tutti con l’accusa di rapina aggravata.

L’epilogo della loro breve carriera dr rapinatori si è avuto Giovedì 17 Ottobre quando due di loro, armati di pistola, e con volto coperto da maschera e passamontagna, hanno fatto irruzione nel Bar Pollini di Colleferro (in Via Casilina in corrispondenza della rotatoria/bivio per l’autostrada) d hanno minacciato le dipendenti per farsi consegnare l’incasso giornaliero, pari a circa 600 euro.

Non contento, uno di loro adocchiava i nastri di Gratta e vinci esposti dietro la cassa, e ne asportava delle lunghe strisce. Pochi attimi di paura tra le vittime, prima che i due malviventi si dessero alla fuga nelle campagne circostanti, facendo perdere le loro tracce.

Il tempestivo allarme dato al 112, ha consentito ai Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Colleferro, agli ordini del Cap. Emanuele Meleleo e della locale Stazione, diretti dal Lgt. Luigi Sorrentino, di avviare un’intensa attività d’indagine.

Nelle vicinanze del bar, i militari hanno individuato un’auto sulla quale erano state apposte delle targhe rubate, sovrapposte a quelle originali, intestate a una cittadina romena residente ad Artena. Gli uomini dell’Arma si sono messi immediatamente sulle tracce dei rapinatori e, grazie anche all’analisi delle registrazioni del sistema di video sorveglianza del bar, i Carabinieri sono riusciti in breve tempo, ad identificare, e individuare i responsabili del colpo. Si tratta di una combriccola di romeni, residenti ad Artena, due 17enni ed un 20nne. Tra i minori una ragazza, anche lei coinvolta nell’organizzazione del colpo. Le perquisizioni eseguite dai Carabinieri, hanno permesso di recuperare la refurtiva, e di sequestrare la maschera, il passamontagna e le pistole utilizzate nella rapina. Le armi sono risultate essere una pistola ad aria compressa, e una pistola giocattolo, entrambe prive di tappo rosso.

Le immagini delle telecamere del bar visitato dalla banda hanno permesso, inoltre, di delineare il modus operandi dei tre giovani malviventi: la ragazza ha inizialmente eseguito un sopralluogo poi, quando ha accertato che all’interno dell’esercizio non ci fossero clienti, ha dato il segnale ai due complici per far scattare l’irruzione, mentre lei fungeva da “palo”.

Era da oltre un mese che in alcuni bar dell’area tra Valmontone, Colleferro e Zagarolo venivano messe a segno delle rapine tese a sottrarre ai malcapitati l’incasso del giorno. Le modalità delle rapine appaiono evidenti nel video ed a farne le spese erano già stati un bar situato a ridosso del casello autostradale di Valmontone, uno su Via F. Bracchi a Colleferro, l’altro a Zagarolo. L’altro giovedì, l’ultimo atto…

Il 20enne è stato tradotto presso il carcere di Velletri, dove rimarrà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, mentre i due complici 17enni, sono stati accompagnati in un Centro di Prima Accoglienza della Capitale. Dovranno tutti rispondere del reato di rapina aggravata.

 

Potrebbero interessarti anche...

Top