Colleferro. Presentato con successo il libro “Non fidarti di Cappuccetto Rosso” scritto a quattro mani da Annalisa Coluzzi e Marco Muscarà

Nola FerramentaNola Ferramenta

COLLEFERRO (Eledina Lorenzon) – Un nuovo appuntamento culturale presso la Sala A. Ripari di Colleferro, patrocinato dall’Amministrazione Comunale, si è tenuto nel pomeriggio di Domenica 3 Ottobre, per la presentazione del libro “Non fidarti di Cappuccetto Rosso”, scritto a quattro mani da Annalisa Coluzzi e Marco Muscarà, pubblicato da Edizioni Efesto.

Erano presenti, insieme agli autori, il Sindaco Pierluigi Sanna, il Vice Sindaco Giulio Calamita, il Consigliere Luigi Moratti, la relatrice Prof.ssa Elena De Gaetano ed un pubblico numeroso.

Un titolo accattivante, così come la copertina opera del disegnatore Andrea Flamini, che stimola la curiosità e la voglia di iniziare la lettura per sapere come mai non dobbiamo fidarci di Cappuccetto Rosso, la bambina più buona delle favole che si avventura nel bosco per portare il pranzo alla nonna e scoprire poi che il lupo è vegetariano!

Il libro, che nasce in pieno lockdown, vuole, come ben motivato dai due autori, raccontare le storie dal punto di vista non dei buoni, ma dei cattivi, senza però assolutamente giustificare le loro azioni, ma per cercare di comprenderne le motivazioni. Infatti spesso una persona che definiremmo “buona” potrebbe assumere tale comportamento per bisogno di approvazione, piuttosto che per una autentica bontà, mentre il comportamento di chi definiremmo “cattivo” potrebbe essere dettato da una mancanza di consapevolezza di nuocere agli altri.

L’intento degli autori è spargere il seme del dubbio in contrapposizione alla ricerca di certezze della nostra quotidianità, interrogarsi sul vero significato di “buoni” o “cattivi” e non utilizzare questi termini come uno schema che semplifichi la nostra visione del mondo, ma sentire il bisogno di riflettere e prendere consapevolezza di come, troppo spesso, il confine tra buono e cattivo non è poi così netto.

Come afferma nella Prefazione Lucio Leoni, sceneggiatore e disegnatore italiano di fumetti Disney, «scrivere favole è tra le cose più folli e più pericolose che si possano fare» ed aggiunge: «qui non solo si scrivono ma si riscrivono, si smontano e si rimontano addirittura, si ricollocano e si reinterpretano con occhi contemporanei ed infine ci vengono restituite con nuovi punti di vista – meglio- con nuove chiavi di lettura».

Dieci le favole “rivisitate” dagli autori: Cappuccetto Rosso, Robin Hood, Raperonzolo, Pinocchio, La Sirenetta, Hans e Gretel, Cenerentola, Tremotino, Jack e la pianta di fagioli e Biancaneve, tra le più classiche e le più amate dai bambini di tutto il mondo e come ci assicura Lucio Leoni “Rileggere le favole con questa chiave è un’esplosione di divertimento”.

Un libro quindi per tutte le età, da leggere e da rileggere e per i più piccoli da ascoltare, ma anche da vedere grazie alle dieci illustrazioni originali create da altrettanti artisti incredibili: Alice Chen, Daniel Lampaca, Marika Di Tommaso, Gioia Frigo, Paulonia Zumo, Francesca Vitolo, Emma Magini, Alessia Tisba, Lorenzo Magalotti, Gabriele Sanzo che con grande bravura hanno interpretato le nuove storie.

Annalisa Coluzzi, ha una laurea in Filosofia ed una in Storia, lavora come ballerina, coreografa ed insegnante di danza. È alla sua prima esperienza letteraria.

Marco Muscarà, laureato in Ingegneria, lavora come speaker radiofonico, autore e responsabile di redazione. Tante le sue passioni: musica, recitazione, letteratura, cinema e calcio. Nel 2013 ha scritto “Effetto Larsen, commedia a tinte noir sul mondo della radiofonia privata romana, messa in scena nella rassegna estiva del Teatro dei Conciatori di Roma, per la regia di Lina Bracaglia.
È Co-autore con Daniele Carboni e Giovanni Romano del libro “Testardi senza gloria – Le più grandi storie di calcio che non vi hanno mai raccontato”, una serie di racconti sui meravigliosi perdenti del mondo del calcio, edito da Efesto nel 2019.

 

Potrebbero interessarti anche...

Top