Colleferro. Lunedì 29 Giugno insediamento del Consiglio Comunale, ufficializzazione della Giunta e Giuramento del Sindaco

Nola Ferramenta Natale 2021Nola Ferramenta

Colleferro Aula Consiliare

COLLEFERRO (RM) – Come annunciato, è giunta l’ufficialità della seduta di insediamento del nuovo Consiglio Comunale che è stata fissata per il giorno Lunedì 29 Giugno alle ore 17,30.

Stagione Teatrale Vittorio VenetoStagione Teatrale Vittorio Veneto

L’ordine del giorno della seduta prevede i seguenti punti.
1. Esame condizione di candidabilità, eleggibilità e compatibilità degli eletti;
2. Giuramento del Sindaco;
3. Comunicazioni del Sindaco in ordine alla nomina della Giunta Comunale e presentazione delle linee programmatiche;
4. Nomina del Presidente del Consiglio Comunale;
5. Nomina del Vice Presidente;
6. Nomina della Commissione Elettorale.

È confermata anche la circostanza che la Giunta Comunale con Assessori e deleghe verrà comunicata prima di quella data al fine di convocare nella seduta di insediamento anche i “primi non eletti”.
Com’è noto infatti, nei Comuni con oltre 15mila abitanti, la carica di assessore è incompatibile con quella di consigliere: vorrà dire che ciascun consigliere comunale che verrà nominato assessore, lascerà un posto da consigliere libero per il successivo più votato della sua lista di appartenenza…

In questi giorni sono girate diverse voci, peraltro discordanti, sulla composizione della Giunta, sia per quanto riguarda i nomi degli assessori, sia in merito alle rispettive deleghe.

Certo è che le stesse convocazioni consegnate ai Consiglieri Comunali lasciano poco spazio ad interpretazioni…
In ogni caso ci limitiamo qui a riportare i nomi dei Consiglieri Comunali eletti secondo l’esito combinato delle votazioni del 31 Maggio e del 14 Giugno scorsi.

MAGGIORANZA (10 consiglieri)
(in corsivo i “primi non eletti” delle liste che dovrebbero esprimere un assessore)

Ripartiamo per Colleferro con Sanna (4): Giulio Calamita (401 voti), Rosaria Dibiase (326), Francesco Guadagno (324), Luigi Moratti (217); Agnese Rossi (197), Benedetta Siniscalchi (153)
Partito Democratico (3): Diana Stanzani (324), Vincenzo Stendardo (260), Lorenzo Gangemi (127); Marco Palombi (94)
Insieme per i cittadini per Sanna (2): Sara Zangrilli (214), Andrea Santucci (184); Mario Poli (150)
Il Castello (1): Marco Gabrielli (165).

MINORANZA (6 consiglieri).

Silvano Moffa, Emanuele Girolami.
Italia dei Valori (1): Maurizio Del Brusco (216)
Forza Italia (2): Mario Cacciotti (554), Chiara Pizzuti (200);
Alleanza Popolare (1): Riccardo Nappo (124)

Considerate alcune voci, apparentemente infondate, che si sono diffuse nei giorni scorsi, chiariamo cosa accadrebbe se uno dei candidati Sindaco dell’opposizione rinunciasse all’incarico di Consigliere Comunale.
In tal caso entrerebbe in Consiglio Comunale il candidato consigliere più votato della prima lista, collegata a quel candidato Sindaco, che non ha espresso un consigliere comunale: nel caso di rifiuto di Silvano Moffa il suo posto verrebbe assegnato al più votato candidato consigliere della Lista Colleferro 2.0 (Aldo Girardi – 130 voti); nel caso a rinunciare fosse Emanuele Girolami, il suo posto verrebbe assegnato al più votato candidato consigliere della Lista Impegno Comune (Rocco Sofi – 255 voti).

Giulio Iannone

 

Potrebbero interessarti anche...

Top