Colleferro. “La vita è una cosa meravigliosa”, di scena Sabato 1 Febbraio al Teatro Vittorio Veneto

Nola FerramentaNola Ferramenta

La locandina de “La vita è una cosa meravigliosa”COLLEFERRO (RM) – Penultimo appuntamento, Sabato 1 Febbraio, con la stagione teatrale del Comune.

In scena, alle ore 21, sul palco del Vittorio Veneto, lo spettacolo scritto, diretto e interpretato da Carlo BuccirossoLa vita è una cosa meravigliosa”, che vede fra gli altri anche Mario Porfido e Antonella Morea.

Buccirosso, commediografo e attore napoletano – noto al grande pubblico per aver rivestito ruoli comici nei film dei Vanzina ma anche per il cinema d’autore come Il Divo e La grande Bellezza di Sorrentino, coprotagonista per anni con Vincenzo Salemme in teatro e sul grande schermo – questa volta veste i panni di un capotreno, Mario Buonocore, che si trova nei guai con la Finanza, a seguito di un controllo fiscale scaturito dalla constatazione che il suo tenore di vita è superiore a quello che potrebbe permettersi. Il protagonista, alla ricerca della propria dignità, finirà per trovare rifugio fra le mura domestiche e il suo nucleo familiare.

Tra un colpo di scena e l’atro si dipana così una commedia assai divertente, con un retrogusto un po’ amaro che lascia spazio alla riflessione.

Anejo - Agostino BalziAnejo - Agostino Balzi

«In un mondo che ha ormai smarrito i valori rassicuranti dell’anima – spiega lo stesso Carlo Buccirosso -, le certezze più confortevoli, le ancore di salvataggio di un’esistenza sempre più simile ad una lotta per la sopravvivenza, in cui lo stato e gli uomini chiamati a rappresentarlo appaiono sempre più come fantasmi in cerca di legalità ed onestà decedute da tempo, la fuga dal rapporto sociale ed il rifugio tra le proprie mura domestiche appaiono soluzioni tristemente indispensabili per la ricostruzione della dignità ed il rafforzamento della propria fede, quella che tiene unito l’uomo al proprio nucleo familiare come un cordone ombelicale indissolubile! E sarà forse a quel punto che anche la più gigantesca, la più insuperabile, la più inesorabile delle crisi di un intero paese, forse di una intera umanità, sarà lasciata alle spalle come un ciclone che si allontana funereo e spietato a far danni in qualche altra parte del mondo, mentre la tua allegra famigliola, stretta a te, ti sorride felice, fiduciosa, rinsavita e speranzosa, consapevole e rigenerata, dal ritorno tra le mura confortevoli del proprio bunker familiare!».

Per informazioni su prevendite e spettacoli è possibile chiamare il teatro (aperto tutti i giorni dalle ore 17 alle 19), tel: 06.9781015; 338.5274636 o consultare il sito www.teatrocolleferro.it.

 

Potrebbero interessarti anche...

Top