Colleferro. Inaugurata all’Itis “Cannizzaro” la Biblioteca Scolastica Innovativa “Il castello dei destini incrociati”. Realizzata grazie ad un progetto finanziato dal Miur

Nola Estate 2019Nola Estate 2019

COLLEFERRO (Eledina Lorenzon) – È stata inaugurata Martedi 30 Aprile, presso l’Istituto Tecnico Statale S. Canizzaro di Colleferro, la Biblioteca Scolastica Innovativa “Il castello dei destini incrociati”.

Erano presenti il Dirigente Scolastico Prof. Ing. Alberto Rocchi, il Sindaco di Colleferro Pierluigi Sanna, di Carpineto Romano Matteo Battisti e di Gorga Nadia Cipriani, l’Assessore del Comune di Segni Cesare Mentuccia, il Ds del Liceo Marconi Prof. Antonio Sapone, rappresentanti degli istituti scolastici e personalità del mondo culturale del territorio, tra cui il famoso artista futurista Antonio Fiore, ospite d’onore lo scrittore Paolo di Paolo.

Prima del taglio del nastro, e degli interventi istituzionali, sono stati eseguiti brani musicali dagli studenti Simone Pasquini al Piano e Andrea Ascenzi al clarinetto.

Volantino Marmorato Expert Colleferro – Un regalo a tutto volume - 11-24 Luglio 2019

La biblioteca, intitolata “Il castello dei destini incrociati”, prende nome da un racconto fantastico di Italo Calvino pubblicato nel 1969, e si è potuta realizzare, come ha ben illustrato il Dirigente Scolastico nel suo intervento, grazie ad un progetto finanziato dal Miur per la realizzazione di biblioteche scolastiche innovative, concepite come centri di informazione e documentazione, anche in ambito digitale.
Ad un iniziale contributo di 10mila euro, previsto dal bando ministeriale, hanno poi aderito con un ulteriori contribuiti i Comuni di Colleferro, Carpineto Romano, Gavignano e Gorga. Hanno contribuito all’iniziativa anche le soc. Mes di Roma e Simmel Difesa di Colleferro.

La rinnovata biblioteca, inserita nella Rete delle biblioteche Scolastiche Laziali, dispone di oltre tremila volumi, è un ambiente accogliente, luminoso con un patrimonio di circa duemila libri cartacei, con attrezzature multimediali adatte a tutti, un ambiente dove condividere percorsi di lettura e rielaborazione creativa dei testi.

Sarà un valido supporto all’offerta formativa dell’Istituto e laboratorio permanente di esperienze e sperimentazioni, un luogo di scambio e di incontro, dove gli studenti potranno esprimersi e costruire percorsi creativi e formativi ,divenendo protagonisti della creazione dei contenuti. Grazie all’adesione alle Biblioteche Scolastiche Laziali si avrà accesso ad oltre 170mila risorse a catalogo e l’attivazione del portale Mlol Scuola permetterà l’accesso al servizio di prestito digitale di e-book, riveste e giornali anche esteri.

Il Prof. Rocchi (di seguito il suo intervento in video) ha evidenziato come la Biblioteca scolastica intenda aprirsi all’intero territorio condividendo, anche fuori dall’orario scolastico, momenti di lettura creativa e soprattutto operare affinché essa diventi patrimonio comune per progetti con tutte le scuole del territorio e creare rapporti di sinergia con le Biblioteche comunali.
Una prima collaborazione è stata effettuata con la Biblioteca di Colleferro dove alcuni studenti hanno effettuato, nell’ambito dell’alternanza lavoro, uno stage dedicato alla catalogazione libraria.
Ha poi sentitamente ringraziato la Prof.ssa Patrizia Savarese, la signora Ernesta Cicini ed il signor Antonio De Leo per il lavoro e la passione profusa nella realizzazione del progetto, oggi diventato una splendida realtà.

 

Il Sindaco di Colleferro Pierluigi Sanna (di seguito il suo intervento in video), a nome dei colleghi Sindaci che hanno contribuito al progetto, ha sottolineato l’importanza dell’inaugurazione di una biblioteca all’interno di un istituto scolastico in un tempo in cui “crolla il muro dell’accesso economico al sapere, nel momento in cui la massima esposizione da parte dei media garantisce a tutti la possibilità di istruirsi, proprio in questo momento si è aridi e si sceglie di non approfondire”, ed ecco che luoghi come questo permettono la possibilità di incontrarsi e condividere programmi ed idee, segno indelebile di creatività.

 

Introdotto dalla Prof.ssa Patrizia Savarese, che ne ha delineato la forte personalità e la produzione letteraria, la parola è passata allo scrittore Paolo di Paolo che ha presentato il suo ultimo libro “Vite che sono la tua. Il bello dei romanzi in 27 storie”, Editori Laterza.
Un libro in cui lo scrittore invita a “far entrare nella propria vita molte più persone di quelle che riusciamo ad incontrare per strada” e lo fa attraverso ventisette racconti che hanno influenzato la sua crescita culturale nelle diverse fasi della sua vita di lettore.

Grande emozione per la lettura “musicata” di una parte del primo dei racconti del libro “Ridere nella tragedia” dedicato al Diario di Anna Frank, a cura degli studenti Ilaria e Tiziano della 2^ Liceo Tecnologico per la lettura, dalla quale ha preso spunto l’intervento di Paolodi Paolo, che ha sottolineato come non debba essere considerato, come avviene di solito, un romanzo, evidenziando inoltre che non sia un libro sulla Shoah, in quanto Anna non conosce cosa, di lì a poco, l’attende fuori dal suo rifugio segreto, mentre è tangibile in lei la volontà di voler diventare una scrittrice , capace di costruire dialoghi e creare personaggi.

È stata un’inaugurazione entusiasmante, tanta partecipazione, tanta emozione e l’augurio che la Biblioteca innovativa “Il castello dei destini incrociati” possa davvero divenire luogo di cultura e luogo dell’anima e soprattutto ponte tra generazioni.

 

Potrebbero interessarti anche...

Top