Colleferro. Il “tavolo 4” perde ancora pezzi. Dopo Gessi anche l’IdV si sfila ed abbandona Sanna…

Nola FerramentaNola Ferramenta

Colleferro. Il tavolo 4 del centrosinistra

COLLEFERRO (RM) – Forte strappo al “tavolo 4” del centrosinistra ieri sera, 2 Febbraio, presso la sede del circolo locale del Pd.
Il tavolo del centrosinistra sembra perdere la parte “centro” del termine, e tira dritto verso la data ultima per la presentazione (entro Sabato 7 Febbraio) delle candidature alle elezioni primarie che si svolgeranno Domenica 1° Marzo.

Già nei “tavoli” precedenti l’area politica con riferimento Claudio Gessi aveva… “tolto la sedia dal tavolo” nel tentativo fallito di individuare un unico candidato sindaco del centrosinistra, diverso da Diana Stanzani e Pierluigi Sanna, senza passare per le primarie…

Ieri sera, a meno di ripensamenti, un’altra sedia è stata sfilata dal tavolo, quella dell’Italia dei Valori che non ha sottoscritto un documento nel quale, sostanzialmente, è fatto divieto ai candidati sindaco partecipanti alle primarie, ed alle liste, in coalizione con il Pd alle elezioni comunali del 10 Maggio, di inserire personaggi a qualsiasi titolo facenti riferimento diretto od indiretto al centrodestra.
Appare evidente a questo punto che, almeno allo stato attuale dei fatti, non c’è per le primarie, e non ci sarà per le comunali di Maggio, la possibilità che i fuoriusciti dalla maggioranza Del Prete, Rossi, Sofi e Giuliani, possano far parte di alcuna delle liste della coalizione di (centro)sinistra.

Quanto accaduto ieri sera però ha una valenza ben più ampia…

1) Al tavolo del (centro)sinistra ora Pierluigi Sanna siederà senza l’appoggio dell’IdV, primo sostenitore della sua stessa candidatura a Sindaco.

Ma non sono da trascurare nemmeno altri “effetti collaterali” (desiderati?) della linea di condotta disposta con quel documento…

2) Cinzia Sandroni, assessore “defenestrato” (in corso d’opera) della uscente maggioranza di centrodestra, non solo non potrà figurare tra i candidati in quota alla lista Pd (come pure si era vociferato) ma nemmeno in altre liste facenti parte della coalizione di (centro)sinistra che avrà come candidato Sindaco il prescelto dalle primarie del 1° Marzo.

3) Altro “effetto collaterale” sarà quello di escludere dalla coalizione di (centro)sinistra eventuali alleanze (apparentemente già a “buon punto”) con l’Udc che, nella consiliatura appena interrotta… stava dall’altra parte…

Tornando al “tavolo 4”, le decisioni scaturite sono state “partorite” dopo ben 4 ore e mezzo di un incontro per niente tranquillo e rilassato.
Al “tavolo 4” del resto si era giunti dopo le schermaglie a distanza tra Maurizio Del Brusco (IdV – sul nostro sito •>) ed Emanuele Girolami (Idv – sul suo diario fb •>), da una parte, e Vincenzo Stendardo (Pd – sul nostro sito •>), dall’altra…
Il tutto a valle della presentazione ufficiale di Diana Stanzani quale candidata Sindaco del Pd, nel corso della quale i toni, seppur pacati, erano stati di una chiarezza inequivocabile •>

Altra considerazione può essere fatta anche sul fatto che al “tavolo 4”, per la prima volta, non si è seduto il Segretario Provinciale Pd Rocco Maugliani, la cui presenza (quanto al ruolo e non certo alla persona) effettivamente qualche perplessità l’aveva generata… quasi a testimoniare una sorta di “amministrazione controllata”, che improvvisamente ha cessato di esistere…

Abbiamo la sensazione che qualcosa, prima di Sabato 7 Febbraio, possa ulteriormente cambiare…

Intanto sull’altro fronte tutto tace… anche a valle di un comunicato stampa diramato nei giorni scorsi… •> 

Giulio Iannone

 

Potrebbero interessarti anche...

Top