Colleferro. Il sindaco Sanna: «La nostra contrarietà al “revamping” non significa impoverimento del tessuto occupazionale»

Nola FerramentaNola Ferramenta

COLLEFERRO (RM) – «Non si possono lasciare da soli i lavoratori degli inceneritori di Colleferro; la nostra contrarietà al “revamping” non significa impoverimento del tessuto occupazionale». Lo ha precisato in una nota il sindaco di Colleferro Pierluigi Sanna.

«I Comuni del nascente Consorzio – ha aggiunto – oltre a dare un’ancora di salvezza molto più affidabile rispetto a quella delle privatizzazioni (come per esempio la scelta fatta all’ultimo momento dal Comune di Montelanico) ai lavoratori dell’igiene urbana, hanno espresso più volte la volontà di mettersi a disposizione di un’impiantistica sostenibile e di veloce costruzione per la quale gli stessi Comuni, sin da subito, fornirebbero i luoghi necessari.

Un’impiantistica diversa, sulla quale occorre muoversi velocemente, – conclude il sindaco – può salvare sia i lavoratori degli inceneritori che la storia ambientale della Città e della Valle. Regione, Campidoglio e Sindacati sappiano che io sono a disposizione per questo progetto».

Potrebbero interessarti anche...

Top