Colleferro. «Il nostro ospedale non si tocca!» così il Sindaco Cacciotti al Dg dell’Asl RmG Giuseppe Caroli

Nola FerramentaNola Ferramenta

Il Sindaco di Colleferro Mario Cacciotti ha incontrato e rincontrerà il Dg dell’Asl RmG Giuseppe Caroli

Il Sindaco di Colleferro Mario Cacciotti ha incontrato e rincontrerà il Dg dell’Asl RmG Giuseppe Caroli

COLLEFERRO (RM) – Ieri mattina il sindaco Mario Cacciotti si è incontrato con i primari dell’ospedale Parodi Delfino per affrontare la questione delle criticità del nosocomio cittadino.

«Il nostro ospedale è un importante punto di riferimento per tutto il territorio – ha detto il sindaco Cacciotti ai medici, ascoltando le loro richieste – e quindi non permetteremo mai che venga penalizzato con tagli e riduzioni».

Nel pomeriggio, poi, il sindaco, insieme ad alcuni consiglieri comunali, si è incontrato in Comune con il nuovo direttore della Asl RmG Giuseppe Caroli, al quale ha rimarcato la volontà dell’Amministrazione di fare in modo che l’importante struttura sanitaria possa continuare a svolgere pienamente il suo lavoro al servizio di una sempre più vasta comunità.

Con il nuovo manager dell’Asl sono rimasti d’accordo di rivedersi il 4 Marzo prossimo per continuare ad affrontare la delicata questione, in ogni suo aspetto.

«Faremo di tutto per mantenere un servizio efficiente nel nostro territorio – dice in proposito il sindaco Cacciotti – e, soprattutto, per far sì che quanto da tempo andiamo chiedendo venga finalmente realizzato, dalla apertura della rianimazione alla nuova ala in costruzione. Il nostro ospedale, soprattutto dopo la chiusura di Anagni, è diventato un avamposto sanitario insostituibile per tanti cittadini, non è assolutamente pensabile il seppur minimo ridimensionamento. E comunque penso che sia altamente auspicabile la riapertura dell’ospedale anagnino, senza il quale il nostro pronto soccorso è sommerso di richieste oltre ogni limite, mentre trovare un posto letto è spesso assai difficoltoso».

Nel prossimo incontro, dunque, verranno di nuovo ampiamente affrontate le questioni in sospeso, come le citate rianimazione e ampliamento, ma anche la radiologia, il laboratorio analisi e il pronto soccorso.

«Ringrazio i medici – conclude il sindaco – per il lavoro che fanno ogni giorno, dimostrando sempre grande professionalità. Certo, fanno quello che possono ma dobbiamo aiutarli a svolgere al meglio il loro lavoro, fornendo tutti gli strumenti che occorrono per svolgere al meglio la loro attività. Per questo, anche la radiologia non può e non dovrà essere dimezzata o addirittura spostata altrove, come si è detto in un primo momento».

Inoltre, il direttore ha confermato la volontà della Asl di proseguire nel progetto già intrapreso dal precedente manager circa la realizzazione di una elisuperficie sul territorio comunale per agevolare il trasporto dei pazienti gravi ed urgenti.

 

Potrebbero interessarti anche...

Top