Colleferro. Il “Fantasma Geremia” salva dalle paure e premia i bambini della Sezione B della Scuola dell’Infanzia “U. Mazzocchi”…

Nola Ferramenta UtensileriaNola Ferramenta Utensileria

Alunni-800

COLLEFERRO (RM) – Gli alunni della Sezione B della Scuola dell’Infanzia “Mons. U. Mazzocchi” dell’Istituto Comprensivo Colleferro 1 hanno partecipato con il disegno “Fantasma Geremia” al concorso Sogna in grande-coop “Peanuts, Snoopy e i suoi amici” bandito da Coop Unicoop Tirreno.

Il concorso, scaduto il 15 Gennaio 2016, ha registrato la grande partecipazione di 10 province e 41 segreterie, con 1109 disegni di ben 3486 alunni.

Il Fantasma GeremiaIl disegno del “Fantasma Geremia” (<• click sulla foto a lato per ingrandire) è stato selezionato dallo “WOW Spazio Fumetto” come migliore tra tutti quelli di Roma e provincia perché “meglio rispondente, secondo i criteri di pertinenza, originalità e fantasia, alla tematica scelta”.

Diciamo pure che il “Fantasma Geremia” è frutto di un lavoro di gruppo – rispondente alla tematica “Superare le paure con qualche trucchetto” – che i piccoli bambini della scuola dell’infanzia “Mons. U. Mazzocchi” di Via Giotto hanno realizzato con il coinvolgimento dell’intera sezione.

Già nel periodo autunnale, in concomitanza con la festa di Halloween, all’interno della Sezione B della Scuola dell’Infanzia del Plesso “Monsignor Mazzocchi” ha avuto inizio il progetto “Emozioni … in gioco” che ha fatto scoprire l’emozione della paura con un organico itinerario didattico con i seguenti obiettivi:

• raccontare con il linguaggio verbale e corporeo le proprie paure,
• esprimere con il movimento la propria tensione emotiva,
• riconoscere globalmente alcune parole e il loro significato,
• rappresentare graficamente le proprie ansie e paure,
• effettuare conversazioni guidate sulle paure.

Partendo dalla canzone e dalla poesia del “Fantasma Geremia”, e dopo alcune conversazioni ed interviste sulle paure, i bambini hanno raccontato le cose di cui avevano paura e come percepivano la paura nel proprio corpo. Nel laboratorio dell’espressività corporea hanno simulato alcune situazioni precedentemente verbalizzate: pianto, urla, tremore, invocazioni di aiuto, ricerca nascondigli, terrore… ma infine è venuto fuori un “personaggio amico” Geremia …
Al termine dell’itinerario didattico tutti i bambini sono stati invitati a rappresentare graficamente le paure.
Un amico accorre in aiuto, perciò tutti i mostri, i fantasmi, le streghe, il buio della notte e i draghi sono stati simbolicamente mangiati dal “Fantasma Geremia” così tutti i bambini, insieme alle insegnanti Zaira Cagnoni e Cinzia Giannelli, hanno realizzato un cartellone murale raffigurante Geremia che … con il suo appetito strepitoso mangia in un boccone tutte le loro paure…

Il “Fantasma Geremia” è stato anche generoso, dal momento che il disegno e la foto della sezione (le foto a corredo di questo articolo) saranno pubblicati sull’album delle figurine dei Peanuts, Snoopy e i suoi amici.

Ed ancora i piccoli artisti avranno dalla Coop Unicoop Tirreno un riconoscimento di 500 euro per la richiesta di materiale didattico da utilizzare nella propria scuola.

 

Potrebbero interessarti anche...

Top