Colleferro. Grande successo per la Festa di S. Antonio nello storico quartiere di Colle Sant’Antonino [Foto]

Nola FerramentaNola Ferramenta

COLLEFERRO (RM) – Grande successo per la tradizionale Festa di Sant’Antonio che si è tenuta nello storico Quartiere di Colle Sant’Antonino nei giorni 10-11-12 Giugno.

Colleferro-Festa-Colle-S-Antonino-00Già da Venerdi il Colle si è mostrato nella sua veste migliore, pieno di bandierine e palloncini colorati , ma soprattutto tanto rosso alle finestre ed un manifesto “STOP al FEMMINICIDIO” per aumentare la consapevolezza della cittadinanza nei confronti del problema sempre più grave della violenza di genere e sensibilizzare i giovani per contrastare il fenomeno .

Vario e nutrito il programma della manifestazione organizzata dal Comitato di Quartiere presieduto da Gianni Michelangeli , in collaborazione con i componenti il Consiglio Direttivo e numerosi soci e patrocinata dal Comune, che ha visto nelle serata di venerdi e sabato esibirsi il gruppo dei “Blue Moon”, con le migliori canzoni degli anni 60-70-80.

Domenica pomeriggio solenne processione che ha attraversato le vie del quartiere, seguitissima da tutti gli abitanti del Colle e non solo, presieduta da Mons. Luciano Lepore, ha visto la partecipazione del Sindaco Pierluigi Sanna, gli Assessori Sara Zangrilli e Umberto Zeppa, i Consiglieri Luigi Moratti, Mario Poli e Marco Palombi, il Comandante della Polizia Locale d.ssa Antonella Pacella e la Banda Comunale.

Al termine è stato benedetto, come da tradizione, il pane e distribuito ai presenti. Questo gesto è un atto simbolico e devozionale che si collega ad un fatto, raccontato da Jean Rigauld, nella biografia del Santo redatta nel 1293, avvenuto a Padova dopo la morte di Sant’Antonio: un bambino di appena venti mesi era annegato perché la madre lo aveva lasciato incautamente accanto a un recipiente pieno d’acqua. La donna, disperata, fece voto che «avrebbe dato ai poveri tanto frumento, quanto il peso del bambino, se il Santo lo avesse risuscitato». Il Santo compì il prodigio e col tempo si consolidò l’abitudine di offrire del pane in cambio di una grazia ricevuta.

Poi tutti a cena: menù ricco con pasta e fagioli e salsicce cotte alla brace….. , innaffiato da uno spumeggiante boccale di birra alla spina o un buon bicchiere di vino , e tra una chiacchiera, un ballo ed una partita a carte la serata è trascorsa in allegria fino alla mezzanotte , quando tutti con il naso all’insù per vedere i bellissimi fuochi d’artificio.

Peccato per la giornata di domenica rovinata dalla pioggia che non ha consentito le tante manifestazione dedicate ai più piccoli, ma in serata ad esibirsi sono stati I Frati Battisti, cover di L.Battisti, applauditissimi dal pubblico.

Grande soddisfazione di Gianni Michelangeli e di tutto il Consiglio Direttivo per l’ottima riuscita della manifestazione, che ha dato un segnale forte di rinascita del quartiere all’insegna della condivisione, della socializzazione e del divertimento nel segno della tradizione. Ha poi espresso un sentito ringraziamento all’Amministrazione tutta per la collaborazione ed alla Polizia Locale impegnata ad assicurare che la processione si svolgesse nella massima serenità e tranquillità.

Eledina Lorenzon

 

Potrebbero interessarti anche...

Top