Colleferro. Enzo Frattali, un’altra icona della città, ad 84anni è salita in cielo. Lunedì 21 Giugno alle 11,30 le esequie nella Chiesa Santa Barbara

Nola FerramentaNola Ferramenta

COLLEFERRO – A 84 anni ci lascia il caro amico Enzo Frattali a pochi mesi dalla scomparsa della moglie Milvia avvenuta nello scorso mese di marzo, Enzo ha deciso di raggiungere l’amata compagna di una vita.

È stato un vero punto di riferimento per Colleferro, per tante e tante generazioni cresciute nella sua rinomata gastronomia a Piazza Italia con le mille prelibatezze sin dagli anni ’60.

Estate a Teatro

La sua è stata una vita vissuta in pieno fino all’ultimo, amato e accudito dal figlio Giovanni e dalla figlia Daniela.
Negli ultimi mesi alcuni problemi di salute lo avevano allontanato dalle sue abitudini ma mai dalla sua famiglia alla quale era particolarmente affezionato.

Fino a qualche tempo fa, era un piacere incontrare Enzo, sottobraccio alla sua amata Milvia perché il suo sorriso, la sua dolcezza e riservatezza e la loro infinita gentilezza erano davvero contagiose.
Ora che il Padre li ha richiamati a sé avranno tante cose da raccontarsi.

A tutta la famiglia, a Giovanni e a Daniela giungano sincere le più sentite condoglianze da parte di tutta la Redazione di Cronache Cittadine.

I funerali si tengono nella mattinata di oggi, Lunedì 21 Giugno alle 11:30 presso la chiesa di Santa Barbara a Colleferro.

Il caro amico l’avv. Emanuele Girolami, Presidente del Consiglio comunale di Colleferro ha voluto oggi ricordare così, sul suo profilo Facebook Enzo Frattali.

«Ieri sera (sabato-ndr) ci ha lasciato Enzo Frattali da tutti ben voluto per la sua mitezza e cordialità.
Ci ha lasciato in punta di piede come ha vissuto.
Enzo è stato tra i pionieri della nostra comunità e tra i primi a nascere a Colleferro.
Era nato del 1937 quando il padre Giovanni dirigeva il forno della fabbrica per volere di Parodi in persona.
In molti ricordano ancora la sua raffinata gastronomia di qualità in piazza Italia, recensita anche dal prestigioso Gambero Rosso. Quella era una città in cui era forte ancora la differenza tra operai ed impiegati.
Enzo però preparava le sue specialità e le vendeva a un pezzo accessibile a tutti.
Da lui si potevano mangiare delle pietanze che non tutti potevano permettersi al ristorante.
La bicicletta era la sua passione, oltre al lavoro e alla famiglia.
A Daniela ed al mio fraterno amico Giovanni la mia vicinanza e quella della amministrazione comunale tutta».

 

Potrebbero interessarti anche...

Top