Colleferro. Debutto col botto per Alessandro Ioghà lo scorso fine settimana sul circuito internazionale di Misano Adriatico [Foto]

Nola FerramentaNola Ferramenta

COLLEFERRO (RM) – Debutto “col botto” per il colleferrino Alessandro Ioghà, nonché pilota del MC Colleferro T. Piccirilli, lo scorso fine settimana sul circuito internazionale di Misano Adriatico.

In scena è infatti andato il Misano Classic Week End, prova valida per il campionato italiano moto d’epoca della Federazione Motoclistica Italiana, nel quale sono impegnate tutte due ruote che hanno compiuto i venti anni di età ed in questo colorito contesto il pilota colleferrino – dopo aver provato in precedenza l’ebrezza della competizione, nelle due edizioni scorse della rievocazione storica della cronoscalata Colleferro/Segni – si è cimentato in un vero e proprio debutto in pista, in sella ad una Honda CBR 600 del 1988 (vedi foto), magistralmente preparata da un’altra importante realtà motoristica locale, la Tulli Racing a capo di cui troviamo il “professionalissimo” Massimo Tulli, che con mani sapienti ed esperienza da vendere, ha messo a disposizione di Ioghà una moto vincente.
Il debuttante “libero professionista a due ruote” (vista la sua attività professionale di commercialista), non si è fatto sfuggire l’occasione e dopo un sabato passato a testare e settare al meglio la moto, domenica ha piazzato una zampata inattesa, chiudendo a podio, con la conquista della seconda posizione finale.
«Alessandro è un appassionato di moto a 360 gradi – ha affermato Paolo Pelacci, presidente del MC – lo conosco sin da quando eravamo adolescenti e la moto ha sempre fatto parte della sua vita.
Ultimamente, pur non disdegnando i mezzi moderni, si è dedicato molto al mondo vintage e personalmente ho curato l’iscrizione delle sue numerose moto d’epoca al registro storico della FMI, ero intimamente convinto che una moto preparata da “Massimoto” non avrebbe avuto rivali in circuito, ma vederlo piazzato a podio, con un secondo posto al debutto è stata una piacevolissima sorpresa».

Potrebbero interessarti anche...

Top