Colleferro. Aumenta l’offerta formativa degli Istituti Superiori. Un Liceo Linguistico al “Marconi”, e due nuove opzioni (manutenzione mezzi ed elettronica) all’Ipia

Nola Ferramenta outfitNola Ferramenta outfit

COLLEFERRO (RM) – Nella mattinata di oggi, 4 Febbraio, presso la Biblioteca Comunale di Via Leonardo da Vinci, si è tenuta una conferenza stampa di presentazione di nuovi indirizzi formativi per gli istituti scolastici superiori Liceo “G. Marconi” ed Ipia “Paolo Parodi Delfino”.

Farmacia Comunale Colleferro ScaloFarmacia Comunale Colleferro Scalo

All’incontro erano presenti il Sindaco Pierluigi Sanna, l’Assessore con delega a “Istruzione, Sport, Politiche giovanili e Spettacolo” Sara Zangrilli, la prof.ssa Patrizia Fiaschetti, Dirigente scolastico dell’Ipia ed il prof. Antonio Sapone, Dirigente scolastico del Polo Liceale Marconi.

Tra i presenti vi erano anche l’Ass. al Bilancio Rosaria Dibiase, il Consigliere comunale Mario Poli, il Dirigente scolastico dell’Itis “S. Cannizzaro” prof. Alberto Rocchi ed il Vicepresidente dell’Unitre Leonello Bianchi nonché rappresentanti del 1° e del 2° Circolo Didattico.

Ecoerre-Poliambulatorio_SpecialisticoEcoerre-Poliambulatorio_Specialistico

Occasione della conferenza stampa «È stata l’autorizzazione regionale all’ampliamento dell’offerta formativa per il territorio di Colleferro – ha spiegato l’Ass. all’Istruzione Sara Zangrilli che ha aperto la conferenza stampa.– Sicuramente è motivo di orgoglio per la nostra amministrazione. Questo percorso era iniziato già lo scorso anno, ma con esito negativo. Finalmente quest’anno, dando seguito alle delibere fatteci pervenire dai Dirigenti scolastici, abbiamo deliberato in tal senso, come Giunta comunale, lo scorso 20 Ottobre ed inoltrato le richieste alla Città Metropolitana di Roma ed alla Regione Lazio.
Si tratta di un nuovo corso di Liceo Linguistico presso il “Marconi”, e di due nuove opzioni presso l’Ipia: “Manutenzione dei mezzi di trasporto” e “Apparati, impianti e servizi tecnici industriali e civili” (elettronica)».
Di seguito, in video, l’intervento completo dell’Assessore Zangrilli.

[vsw id=”nNSzip_CBFE” source=”youtube” width=”615″ height=”346″ autoplay=”no”]

 

A seguire è intervenuto il Dirigente Scolastico del Polo Liceale “G. Marconi”, il prof. Antonio Sapone, il quale, tra l’altro, si è detto «Molto soddisfatto essere arrivati ad ottenere l’autorizzazione per attivare questo nuovo corso anche perché in questo modo si arricchisce l’offerta formativa del Liceo Marconi che ora, oltre che scientifico e classico, è anche linguistico. Adesso l’impegno della nostra scuola è mirato essenzialmente a creare un vero e proprio “Polo Liceale”. I tre licei – ha aggiunto il prof. Sapone – non saranno uno a fianco all’altro, ma dovranno integrarsi: ciascun indirizzo ha la sua specificità ma può anche beneficiare della presenza degli altri due per tutte le singole iniziative che vengono messe in atto e che possono essere condivise con gli altri.
Lo stesso accadrà anche per il corpo docente soprattutto tra Liceo Scientifico e Liceo Linguistico, non a caso hanno lo stesso codice meccanografico.
Di seguito, in video, l’intervento completo del prof. Sapone.

[vsw id=”-7IQ75nrKzM” source=”youtube” width=”615″ height=”346″ autoplay=”no”]

 

È stata poi la volta della Dirigente Scolastico dell’Ipia prof.ssa Patrizia Fiaschetti, anche lei molto soddisfatta per i due nuovi indirizzi concessi dalla Regione.
«Entrambe le opzioni (manutenzione mezzi ed elettronica) si integrano alla perfezione con le opzioni già attive, andando a colmare un “vuoto”, perché specializzano ed integrano le conoscenze e le competenze in uscita dei nostri studenti in coerenza con la filiera produttiva di riferimento e con le esigenze del territorio.
Sono opzioni importantissime per una scuola professionale come la nostra che ricordo essere la prima nata a Colleferro.
E motivo di soddisfazione è anche il fatto che la Fondazione “Agnelli” ha riconosciuto al “Parodi Delfino” il primato sul territorio per quanto attiene all’occupazione: il 36% dei ragazzi usciti dalla nostra maturità hanno trovato immediata occupazione.
A livello nazionale purtroppo si registra un forte calo a livello di iscrizioni: gli istituti professionali vengono scelti da un solo studente su 6 e si rilevano tassi di abbandono della scuola da parte dei ragazzi che in alcune regioni sfiora il 40%.
Per quanto riguarda poi le scuole professionali si aggiunga la confusione spesso ingenerata dal parallelismo con le scuole di formazione regionale. Al riguardo dovrebbero presto giungere delle novità normative che configureranno gli istituti professionali come scuole territoriali dell’innovazione ispirati ai modelli “duali” europei (istruzione + mondo del lavoro), con le discipline che verranno raggruppate in “assi culturali” con una forte riduzione delle materie “generaliste”…».
Di seguito, in video, l’intervento completo della prof.ssa Fiaschetti.

[vsw id=”HdGLZTkxxW0″ source=”youtube” width=”615″ height=”346″ autoplay=”no”]

 

Ha parlato di ‘vittoria’ il Sindaco Pierluigi Sanna. «Oggi aumenta l’offerta formativa per il nostro territorio e mi sento di ringraziare la Città Metropolitana di Roma Capitale e la Regione Lazio, in particolare il Vicepresidente della Giunta Regionale Massimiliano Smeriglio che ha creduto in questa scommessa e ci ha dato retta fino in fondo portandoci a questo importante risultato.
Siamo convinti che le cose non vadano sempre bene in questo Paese, ma allo stesso modo portiamo la convinzione che i mutamenti positivi possono passare solo attraverso i mutamenti culturali. Sono semi che germogliano all’interno del mondo della scuola perché la scuola, dopo la famiglia, è il luogo primario dove i nostri ragazzi trovano il modo per sviluppare la propria personalità, le proprie attitudini ed i propri interessi.
Per quanto riguarda queste importanti novità, per le quali lavoriamo da anni, sperando e disperando, arrivando ad oggi, giorno in cui “il latte è quagliato” ed abbiamo un prodotto concreto a disposizione dei nostri giovani che non dovranno rivolgersi altrove, potendo trovare sul nostro territorio le possibilità che loro desiderano e che faranno di loro cittadini del domani con una carriera scolastica di tutto rispetto.
Di seguito, in video, l’intervento completo del Sindaco Pierluigi Sanna.

[vsw id=”WyyZMdM-tp8″ source=”youtube” width=”615″ height=”346″ autoplay=”yes”]

 

Nell’occasione anche il Dirigente Scolastico dell’Itis “Cannizzaro” prof. Alberto Rocchi, nonostante le aule siano piene, ha manifestato la volontà di ampliare in futuro l’offerta formativa, individuando l’assenza di una scuola di formazione nel settore dell’informatica, un possibile campo di “espansione”.
La stessa prof.ssa Patrizia Fiaschetti ha ricordato che già quest’anno l’Ipia aveva anche richiesto – purtroppo senza successo – l’istituto “agrario” professionale che avrebbe potuto avere interessanti sbocchi proprio nel nostro territorio, per esempio nella bonifica del “Parco La Selva”…