Colleferro. Ancora sulla sicurezza stradale il Consigliere comunale Girardi (Colleferro 2.0) replica all’Assessore Zeppa [Foto]

Nola FerramentaNola Ferramenta

COLLEFERRO (RM) – Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa del Consigliere Comunale Aldo Girardi (Colleferro 2.0) il quale, dopo l’intervento dell’Assessore al ramo Umberto Zeppa (consultabile qui •>), torna sulla questione della sicurezza stradale.

«In riferimento al mio intervento del 25 u.s. sulla mancanza di sicurezza legata allo stato fatiscente degli attraversamenti pedonali, in particolar modo a quelli di Via Fontana dell’Oste che essendo strada ad alta densità di traffico risulta essere estremamente pericolosa, ho avuto modo di leggere la pronta risposta dell’Assessore Zeppa con le sue “rassicuranti” precisazioni riguardo la loro visibilità in quanto appositamente segnalati dalla presenza contestuale di idonea segnaletica verticale, che ricordo a tutti secondo il comma 2 dell’Art.38 del nuovo C.d.S. “….prevale sui segnali orizzontali (quindi quelli a terra)”. Nel ricordare all’Assessore che secondo il comma 7 dello stesso Art.38 “La segnaletica stradale deve essere sempre mantenuta in perfetta efficienza da parte degli enti o esercenti obbligati alla sua posa in opera e deve essere sostituita o reintegrata o rimossa quando sia anche parzialmente inefficiente o non sia più rispondente allo scopo per il quale e’ stata collocata.”, lo invito insieme al Comando della Polizia Municipale da lui stesso richiamata a “constatare” che sui 15 attraversamenti pedonali ormai “invisibili” di Via Fontana dell’Oste-Via dell’Artigianato “non esiste un solo (..ripeto 1 SOLO!) cartello di segnalazione verticale”. Se poi volesse proseguire percorrendo Corso Garibaldi, Via degli Esplosivi, Via Latina, Via Caduti del ’38, Via dei Pioppi, Via Fontana Bracchi, Via E. Toti, V.le Europa fino a tornare all’inizio di Via Fontana dell’Oste, praticamente percorrendo tutta la “circonvallazione” della nostra città, realizzerebbe che su 55 attraversamenti pedonali solo 4 sono segnalati, tra l’altro non tutti e 4 in entrambe le direzioni del senso di marcia così come vorrebbe (se non la legge) almeno il buonsenso.

Colleferro-Sicurezza-Stradale-Girardi-06E visto che mi sono stati ricordati i “limiti di velocità ed i dossi”, sottolineo che proprio in virtù di questi, sempre secondo il precedente art.38 comma 7 del C.d.S. e secondo l’art.179 comma 4,5,6 del Regolamento Attuativo del C.d.S. (D.P.R.145/1992) i “dossi” andrebbero rimossi perché non conformi a quanto stabilito e legiferato. Infatti se il limite di velocità è di 50Km/h questi non possono essere in conglomerato bituminoso bensì in materiale gommoso, ed anche laddove il limite scende a 30Km/h e quindi può essere posto in opera con il conglomerato, lo stesso deve essere segnalato con idonea segnaletica verticale che però non c’è in entrambi i sensi di marcia. Fermo restando anche che il tratto di strada interessato, risulta essere itenerario preferenziale almeno per i mezzi di pronto intervento della Polizia e della Guardia di Finanza quando chiamate ad intervenire nella parte sud della nostra città, e per questo motivo secondo lo stesso comma 5 dell’art.179 del R.A.d.C.d.S., non ne è consentita l’installazione e quindi vanno rimossi.

Al di là di tutto questo, di cui credo bisognerà tener conto nella fase di intervento, ribadisco che la mia era solo “l’ennesima segnalazione di una situazione di pericolo per i cittadini” che ad oggi non è stata ancora risolta, tant’è che concludevo la mia lettera chiedendo all’Amministrazione “…di accelerare i tempi di intervento…per garantire per quanto di sua competenza la sicurezza di tutti i cittadini”. Certo mi fa sorridere il fatto che quando mi trovo a chiedere di intervenire prima, mi rispondono che ci sono i tempi tecnici per “bandi pubblici” da fare; e quando invece, chiedo lumi sul perché si sia andati di fretta senza valutare altre opportunità (ed è il caso di qualche giorno fa sulla questione dei 47mila euro per gli Ecocompattatori) mi viene detto che non si è ritenuto di fare un bando perché “si è valutato in maniera diversa”. Ecco appunto….valutate voi!».

F.to Aldo Girardi (Colleferro 2.0)

 

Potrebbero interessarti anche...

Top