Colleferro. Senza esito le ricerche del pastore Marco Lanna. Indicazioni da una email al nostro giornale. Intanto il telefonino non squilla più… [Foto]

Nola Ferramenta UtensileriaNola Ferramenta Utensileria

COLLEFERRO (RM) – Proseguono senza sosta le ricerche di Marco Lanna, pastore 32enne di Artena, della quale scomparsa abbiamo riferito per primi nella giornata di ieri, 21 Novembre.

Marco LannaLe ricerche sono proseguite per tutta la notte e si sono ancor più intensificate in mattinata, quando le forze dispiegate per cercare il giovane pastore si sono moltiplicate: oltre ai Carabinieri della Stazione, del Nucleo Radiomobile e della Compagnia di Colleferro, agli ordini del capitano Emanuele Meleleo, sono impegnati anche la Polizia di Stato, i Vigili del Fuoco, la Polizia Provinciale, la Polizia Locale, i volontari della Protezione Civile di Colleferro, Artena, Valmontone ed Anagni ed anche l’Associazione Nazionale dei Carabinieri in congedo ed il Club Moto Cross di Colleferro. La stessa Protezione Civile ha portato sul posto un quad (in foto) da poter utilizzare nel caso si rendesse necessario.

Sulla vasta area nella quale sono concentrate le ricerche, in mattinata è intervenuto un elicottero dei Vigili del Fuoco (in foto), mentre sul terreno sono stati utilizzati i cani per le ricerche di superficie, i labrador Nanà e Lara, dei Vigili del Fuoco ed anche un’unità cinofila speciale dei Carabinieri proveniente da Firenze con il cane molecolare, il bloudhound Giove (in foto). È stato proprio Giove a trovare fin da subito una giacca a vento, un coltello a serramanico ed un paio di scarpe che purtroppo sono del fratello di Marco e che quest’ultimo utilizzava solo occasionalmente.

Le indagini
Intanto proseguono anche le indagini dei Carabinieri “fuori dal campo”.
Il cellulare di Marco ha cessato di squillare intorno alle ore 18 di oggi
. La batteria ha resistito così a lungo perché probabilmente non si tratta di uno smartphone e quindi senza bluetooth, wi-fi, o gps disponibili/attivati.
Quest’ultima ipotesi è confermata dal fatto che i rilevamenti della posizione sono stati riferiti fin qui esclusivamente grazie al rilievo della cella telefonica, e non anche al posizionatore gps, che avrebbe fornito un’area di presenza di gran lunga inferiore a quella che viene ora battuta.

È stato ascoltato il datore di lavoro, il signor Biancu, che ha riferito ai Carabinieri che il ragazzo dormiva in un locale di sua proprietà a Colleferro e che tutte le mattine – l’ultima volta venerdì – lo portava sul posto di lavoro, quello descritto nel nostro precedente articolo.

Sono stati ascoltati i parenti ed in particolare la sorella, che insieme al datore di lavoro di Marco, hanno presentato la denuncia di scomparsa intorno alle ore 15 di sabato.

Nel frattempo emergono anche i dati caratteriali di Marco. Un ragazzo schivo ma tranquillo, certo non una testa calda.
Negli ultimi tempi era contento perché sembra che il suo datore di lavoro, presso il quale prestava servizio da circa tre mesi, era sul punto di ufficializzarne l’assunzione.
La stessa sorella del ragazzo lo descrive con una persona docile, che difficilmente avrebbe potuto avere problemi con qualcuno.

La segnalazione
Nel tardo pomeriggio di oggi poi l’attenzione dei Carabinieri si è focalizzata su una email, giunta nella nostra casella di posta elettronica, nella quale una signora, dopo aver letto il nostro primo articolo, riferiva di aver «visto di sfuggita un uomo piegato sul terreno dopo il ciglio della strada» mentre percorreva la SR Casilina, alle 14:20 di Venerdì, in direzione Valmontone prima di entrare in città… La signora nella email si rendeva «disponibile a fornire ulteriori dettagli relativi al luogo dove ho visto questo uomo», ma non lasciava né il nome né un numero di telefono.

Le ricerche proseguiranno in serata fino a quando dal posto di Comando Avanzato dei Vigili del Fuoco, allestito su una collina poco distante dall’autostrada, non giungerà la sospensione delle ricerche che riprenderanno alle prime luci dell’alba del giorno successivo…

 

Potrebbero interessarti anche...

Top