Colleferro. Al Teatro Vittorio Veneto l’epilogo del Premio letterario “2020 un anno da dimenticare, un anno da ricordare”

Nola FerramentaNola Ferramenta

COLLEFERRO – Con una cerimonia intensa e partecipata, tenutasi nel pomeriggio di Sabato 20 Novembre al Teatro Vittorio Veneto, il Sindaco Pierluigi Sanna e il Consigliere comunale Luigi Moratti hanno voluto ringraziare i partecipanti al Premio letterario “2020 un anno da dimenticare, un anno da ricordare”.

È stata l’occasione per distribuire il libro nel quale sono stati raccolti i loro racconti, divenuti così patrimonio di lettura per tutta la nostra comunità, testimonianza indelebile, sincera e commovente, di un periodo oscuro forse con troppa fretta considerato superato.

«I cittadini, che hanno risposto assai numerosi al premio, che hanno voluto con coraggio proporre le loro storie personali e le loro esperienze – affermano dall’Amministrazione comunale – sono la conferma che nella nostra città gode sempre di maggiore considerazione una cultura non elitària, ma popolare, di tutti e per tutti, attiva e partecipata, un desiderio di esprimersi che alimenta quel senso di appartenenza, ormai da anni obiettivo primario dell’Amministrazione, la quale continuerà a promuovere iniziative culturali in cui tutti potranno dare il loro contributo mostrando le proprie potenzialità espressive e artistiche e proponendole alla comunità intera».

«Fra 100 anni la pandemia si potrà studiare sui libri di storia sicuramente – ha affermato il Sindaco Sanna -. A chi però, oltre ai fatti storici, interesseranno anche le voci delle persone, le loro emozioni e sensazioni, non rimarrà che cercare questo libro.
Un libro rende veramente eterni, per questo abbiamo pensato di pubblicarlo raccogliendo in esso tutto i racconti pervenuti in occasione del premio.
La storia umana dei colleferrini in pandemia si potrà leggere qui.
Per noi, oltre il susseguirsi delle cose, è fondamentale anche il susseguirsi delle sensazioni, il mutamento sociale, l’approccio umano e collettivo: per questo non vogliamo che l’esperienza così partecipata del premio vada perduta.»

Con l’occasione il Sindaco Sanna ed il Consigliere comunale Luigi Moratti hanno ricordato il premio artistico ideato per la ricorrenza dei 700 anni dalla scomparsa di Dante Alighieri, un’altra occasione per chiunque voglia esprimere il proprio talento [qui il link per partecipare •>].

 

Potrebbero interessarti anche...

Top