Colleferro. ‪Itis Cannizzaro, Santina “Ina” Camilli e il gruppo Consulta le Donne per non dimenticare.‬..

Nola Ferramenta UtensileriaNola Ferramenta Utensileria

Camilli-Itis-01aCOLLEFERRO (RM) – ‪Nell’ambito delle attività promosse dal gruppo Consulta le Donne, si è svolto sabato 16 maggio un incontro-dibattito presso l’ITIS Cannizzaro a Colleferro intitolato “La violenza sulle popolazioni civili durante la seconda guerra mondiale nella provincia di Frosinone”.‬

‪L’iniziativa, programmata nel 2014 in occasione delle celebrazioni dedicate al 70° Anniversario del bombardamento di Cassino e della sua popolazione, ha avuto come centro i drammatici fatti storici della primavera del 1944 accaduti nel basso Lazio.‬

‪Lo scopo è stato quello di promuovere il valore dei diritti fondamentali ed inviolabili dell’uomo per favorire lo sviluppo di una coscienza improntata al vivere civile ed al rispetto degli altri, attraverso il coinvolgimento e la partecipazione degli studenti in un approccio formativo volto a stimolare la discussione e il confronto.‬

‪Il Dirigente dell’Istituto, Roberto Rocchi, ha introdotto il tema dell’incontro e per il gruppo Consulta le Donne è intervenuta Santina Camilli, che ha ringraziato per l’opportunità offerta di incontrare gli studenti e per la sua disponibilità il prof. Tommaso Baris.‬

‪L’intervento del prof. Tommaso Baris, docente di storia contemporanea della facoltà di Scienze Politiche dell’Università degli studi di Palermo, esperto e studioso del periodo e di questi avvenimenti, è stato il nocciolo dell’incontro.‬

‪La popolazione civile fu vittima di ogni tipo di violenza a colpita dalla ferocia delle stragi naziste e fasciste, ai bombardamenti anglo-americani e dalle violenze sessuali compiute da soldati inquadrati nelle schiere degli alleati.‬

‪Pur non autorizzando ufficialmente comportamenti violenti nei confronti dei civili italiani, i comandi Alleati fecero troppo poco per tutelare gli abitanti della provincia sfollati sui monti, che pagarono sulla propria pelle il prezzo della strumentalizzazione: le violenze da loro subite furono parificate a quelle commesse sui civili dai nostri soldati nei paesi occupati a suo tempo dall’Italia fascista.‬

‪Il prof. Baris ha ricostruito, anche attraverso fonti orali, lo scenario militare prima e dopo quei fatti, la situazione socio economica del momento e l’azione del governo nel dopoguerra.‬

‪La discussione ha poi messo in evidenza come quanto subito dai civili, inconsapevoli vittime, siano state per tanto tempo volutamente ignorate da chi doveva chiedere giustizia e riparazione, mentre da parte di chi le aveva subite si era scelto il silenzio e la rimozione.‬

Camilli-Itis-01

‪Il fatto che se ne sia discusso con ragazzi che di quel conflitto non ne hanno avuto testimonianza neanche dai propri genitori, è un contributo alla “memoria non rivendicata e ignorata” e alla conoscenza dei fatti e delle contraddizioni di una guerra dalla quale è nato il nostro sistema democratico.‬

 

Potrebbero interessarti anche...

Top