Artena. “Operazione Feudo”. Il Tribunale del riesame lascia agli arresti Angelini, Pecorari e Giamogante. Obbligo di firma per Giusto

Nola FerramentaNola Ferramenta

ARTENA – Nell’udienza davanti al Tribunale del Riesame che si è tenuta ieri, 20 Novembre, il giudice ha confermato le misure cautelari imposte dal Gip per tutti gli indagati tranne che per il titolare della cooperativa incaricata per i condoni edilizia.

Quindi le persone sottoposte alla misura cautelare degli arresti domiciliari – il Sindaco di Artena Felicetto Angelini, l’Assessore ai Lavori Pubblici Domenico Pecorari e l’ex responsabile dell’Ufficio Tecnico Luigi Giamogante – restano agli arresti domiciliari.

Il Presidente della cooperativa incaricata per i condoni edilizi Enrico Giusto sarà sottoposto all’obbligo di firma nonché al divieto di contrarre con la Pubblica Amministrazione.

(Wikipedia) Il tribunale del riesame (originariamente denominato tribunale della libertà), nell’ordinamento giudiziario italiano, è un sezione speciale di un tribunale ordinario con competenza di controllo esterno, non solo di legittimità ma anche di merito, sui provvedimenti restrittivi della libertà personale emessi dal giudice per le indagini preliminari.

 

Potrebbero interessarti anche...

Top