Anagni. Presentato, presso il Giardino “Ousmane”, il libro “La tartaruga Caretta Caretta” di Federica Ponza, illustrazioni di Claudia Morini

Nola FerramentaNola Ferramenta

ANAGNI (Eledina Lorenzon) – È stato presentato ad Anagni, nel pomeriggio di Sabato 26 Giugno, presso il nuovo e straordinario Giardino “Ousmane”, il libro dal titolo “La tartaruga Caretta Caretta” di Federica Ponza, illustrazioni di Claudia Morini, edito da ChiPiuneArt nella Collana “I libri Verdi”.

All’incontro erano presenti le autrici, l’attore Andrea Di Palma, per la casa editrice Adele Costanzo ed un pubblico attento ed interessato.

Nel suo intervento di apertura Andrea Di Palma ha espresso l’emozione e la soddisfazione di trovarsi finalmente in presenza per un evento culturale, e soprattutto in una location così significativa come il nascente Giardino dedicato a Ousmane Sidibe, il 24enne deceduto a seguito di un tragico incidente sul lavoro avvenuto in uno stabilimento del territorio nel febbraio 2020.
Un giardino che da utopia è diventato realtà grazie alla disponibilità del Prof. Fabio Magliocchetti, Dirigente Scolastico del Convitto Nazionale Regina Margherita che ha messo a disposizione gli spazi e ai volontari dell’Associazione Sconfinatamente che hanno provveduto alla sistemazione e pulizia, per il momento parziale, dell’area.
Ha poi delineato le tappe principali della nascita del libro, una favola in versi illustrata, dove il tema principale è il viaggio ed i colori, quelli dell’isola di Lampedusa. Un viaggio affrontato da due prospettive diverse: da una parte le tartarughine appena nate che corrono verso il mare e dall’altra persone che arrivano in cerca di una nuova possibilità di vita.

Il libro nasce dal progetto “Madeinterraneo”, uno spettacolo di e con Andrea Di Palma, musiche di Giacomo Gatto e Francesco Cellitti con il contributo drammaturgico di Federica Ponza e racconta di “viaggi millenari e contemporanei, di uomini e animali marini, alla ricerca di nuove terre, nuove certezze e nuova vita”. Presentato in numerosi teatri, lo spettacolo è vincitore del Festival Doit 2020 quale Miglior spettacolo, Menzione per Regia, Drammaturgia e Premio Giuria Giovani.

Adele Costanzo ha sottolineato il ruolo delle piccole case editrici che devono avere la missione di formare lettori appassionati, consapevoli ed aperti ad un mondo che deve essere di tutti. Ha poi aggiunto come il libro non è solo un messaggio su integrazione e solidarietà, ma una bella storia arricchita da tavole stupende, capaci di emozionare.

Un incontro fortuito quello di Federica e Claudia che ha dato vita ad un piccolo capolavoro, un mix perfetto tra scrittura e arte figurativa dove le parole sono supportate da un’esplosione di colore, capace di accompagnare il lettore in una storia che si sviluppa nel corso di una notte profonda fino all’alba, dove la luce rappresenta la speranza.
I personaggi delle illustrazioni sono rappresentati senza bocca, una caratteristica dell’illustratrice, che vuole così lanciare la denuncia di mancanza all’ascolto che ci blocca e ci impedisce di avvicinarci e conoscere l’altro. “La tartaruga Caretta Caretta è “una favola illustrata che prova a spiegare ai più piccoli, ma anche ai più grandi, che il viaggio è spesso una necessità, una scelta ineludibile per poter scrivere un nuovo capitolo della propria vita”.

Un libro a cui auguriamo davvero un grande successo, sperando che tra le tante tappe di presentazione, possa approdare anche nelle librerie di Colleferro.

 

Potrebbero interessarti anche...

Top