• Senza categoria

Anagni | Gavignano. Scomparso nel nulla Simone Trulli. La sua auto è stata ritrovata, ma di lui si sono perse le tracce

Nola FerramentaNola Ferramenta

Simone Trulli

ANAGNI (FR) | GAVIGNANO | MONTELANICO (RM) – Se ne sono perse le tracce dopo le ore 10,30 di ieri, 11 Dicembre, e finora le ricerche, attivate dai Carabinieri della Stazione di Gavignano – e che hanno coinvolto anche gli agenti della Polizia di Stato e dei Vigili del Fuoco di Frosinone – non hanno dato alcun esito.

Estate a Teatro

Simone TrulliCi riferiamo alla segnalazione di scomparsa del Sergente Maggiore dell’Aeronautica Militare Simone Trulli, nato a Montelanico 40 anni fa – ma da tempo residente con la famiglia, la moglie e due figli (di 10 e 5 anni), in Contrada Rufanico a Gavignano – inoltrata alla locale Stazione dei Carabinieri, diretta dal M.llo Remo Pizziconi, intorno alle ore 16 di ieri pomeriggio.

L’uomo era a casa dei suoi a Montelanico e intorno alle 10,30 aveva deciso di uscire per andare a fare un po’ di corsa campestre, sport del quale è appassionato da sempre. Da quel momento non è stato più visto.
Non essendo tornato a casa all’ora di pranzo, i familiari si sono preoccupati. Il telefonino di Simone continuava a squillare inutilmente e la famiglia, non avendo idea di dove potesse essere, si è allarmata rivolgendosi appunto ai Carabinieri.

Immediatamente è scattata la macchina delle ricerche. Anche i parenti si sono messi a cercarlo, e proprio un cognato di Simone ha trovato la sua auto, una Ford Focus nera, parcheggiata in località Villa Magna in territorio comunale di Anagni, a ridosso dei confini territoriali dei Comuni di Anagni, Gavignano, Gorga e Montelanico.

Luogo ritrovamento dell’auto

L’auto era parcheggiata sulla Via Comunale Osteria della Fontana – Villa Magna – Gorga, in prossimità di un ponte sul Fiume Sacco (click sull’immagine per ingrandirla •>). Non era chiusa a chiave ed aveva lo stereo acceso. All’interno vi erano il cellulare, il portafogli, la fede ed altri effetti personali…

Avvertiti i Carabinieri, a quel punto è stata attivata la procedura di rito che prevede la comunicazione alle altre Forze di Polizia presenti sul territorio, ed alla Prefettura competente, della scomparsa.

simone trulli04Tale comunicazione giungeva dunque al Dirigente del Commissariato della Polizia di Stato, il dr. Paolo Gigli, intorno alle 19,30, proprio mentre era in corso il Concerto della Banda della Polizia di Stato al Cinema Vittorio Veneto di Colleferro.

Da qui si è attivato il solerte Isp. Superiore Massimo Bruni che ha collaborato attivamente a risolvere la competenza territoriale delle Prefetture (essendo contemporaneamente coinvolte la Prefettura di Roma – provincia di riferimento del Comune dove è stata raccolta la denuncia – e quella di Frosinone – provincia di riferimento del Comune dove è stata individuata l’ultima traccia dello scomparso).
Attivate entrambe le Prefetture la macchina delle ricerche è partita ufficialmente con la conseguente comunicazione al Commissario Straordinario per le persone scomparse, al Sindaco competente per territorio, in questo caso Emiliano Datti, Sindaco di Gavignano, ed al sistema di Protezione Civile.

Fulcro delle operazioni sarà il Posto di Comando Avanzato dei Vigili del Fuoco – in questo caso di Frosinone – che procederanno ad installare sul luogo dell’ultima traccia lasciata dallo scomparso l’unità mobile alla quale faranno riferimento tutti gli Enti coinvolti nelle ricerche.

Nella fattispecie sono interessati i militari delle Stazioni dei Carabinieri di Gorga, Gavignano, Montelanico, Anagni e Sgurgola e la Protezione Civile dei medesimi Comuni.

Luogo del probabile avvistamento alle ore 19:30Mentre l’attenzione si focalizzava nei dintorni del luogo in cui era stata ritrovata l’auto, due cugini – che viaggiavano sul tratto di strada che unisce la SR600 Carpinetana al bivio per Gorga – segnalavano, intorno alle ore 19:30, la presenza di un uomo che indossava dei jeans ed un maglione blu  all’altezza di una sterrata che conduce alla cava di inerti calcarei (<• click sull’immagine a lato per ingrandire). A quel punto le ricerche si sono spostate anche a ridosso della cava, e lungo tutti gli incroci della SP168 dei Monti Lepini, fino al luogo del ritrovamento della Focus…

Le ricerche poi sono state sospese per il sopraggiungere della notte e riprenderanno alle prime luci dell’alba, molto probabilmente con l’intervento di un elicottero dei Vigili del Fuoco, e l’impiego delle unità cinofile di superficie del medesimo corpo e delle unità cinofile molecolari dei Carabinieri.

Al momento della scomparsa Simone indossava dei jeans ed un maglione blu.
Abbiamo pubblicato più foto della persona scomparsa (click sulle immagini per ingrandire) al fine di facilitare l’eventuale riconoscimento da parte di chi potrebbe averlo visto in zona e potrebbe fornire alle Forze dell’Ordine informazioni utili al suo ritrovamento.

Tutti gli aggiornamenti in tempo reale qui •>

[IN AGGIORNAMENTO]

20151212 • h 07:00Sul luogo del ritrovamento della Ford Focus nera di Simone Trulli, che è stata trasportata altrove a cura dei Carabinieri della Stazione di Gavignano, sono giunte le prime unità operative della Protezione Civile di Gavignano, Gorga ed Anagni.

20151212 • h 08:00Sul luogo del ritrovamento dell’auto sono giunti i Carabinieri di Anagni.
È annunciato anche l’arrivo dei Vigili del Fuoco di Fiuggi, di un elicottero, delle unità cinofile di superficie e dei sommozzatori.

20151212 • h 09:30Sul posto si sono recati anche i Carabinieri di Montelanico e di Sgurgola. I Vigili del Fuoco del Distaccamento Provinciale di Fiuggi sono intervenuti con tre squadre ed hanno collaborato alla costituzione di cinque gruppi di ricerca composte da militari e volontari della Protezione Civile che hanno iniziato a battere il terreno circostante il luogo del ritrovamento dell’auto.

Sempre da Fiuggi è atteso l’arrivo di un veicolo speciale dotato di un gps appositamente studiato per ricerche di questo tipo.

20151212 • h 10:30Nell’area delle ricerche è tornata la Polizia di Stato mentre giungevano anche le due unità cinofile di superficie dei Vigili del Fuoco.

Ricerca-Simone-Trulli-07

20151212 • h 11:30 – Mentre, dopo i primi rilievi, e qualche immersione dei sommozzatori dei Vigili del Fuoco, sembra essere da escludere la caduta nel fiume, sono giunti sul posto anche i Comandanti delle Stazioni dei Carabinieri di Carpineto Romano e Gorga.
Tra i presenti ci sono anche i Sindaci di Gavignano, Emiliano Datti, ed il Sindaco di Gorga Nadia Cipriani, cugina del sottufficiale scomparso.

20151212 • h 11:55 – È arrivato sul posto anche il veicolo Tas (topografia applicata al soccorso), il mezzo speciale dotato di gps al quale facevamo riferimento in precedenza.
Nel frattempo apprendiamo che decine di colleghi di lavoro Simone hanno offerto la propria disponibilità a recarsi sul posto per collaborare alle ricerche del “commilitone”.

20151212 • h 12:55 – Dopo i vani (finora) tentativi effettuati con le unità cinofile di superficie dei Vigili del Fuoco, si è richiesto l’intervento dei cani molecolari dei Carabinieri di Firenze. Nel trattempo, oltre all’elicottero dei Vigili del Fuoco, nelle ricerche verrà anche impiegato un drone con videocamera. 

Giulio Iannone

 

Potrebbero interessarti anche...

Top