Valmontone. Completamento edifici A e B al Villaggio Rinascita. Entro Aprile la gara d’appalto dell’Ater

Nola Ferramenta UtensileriaNola Ferramenta Utensileria

Il degrado del cantiere allo stato attuale

Il degrado del cantiere allo stato attuale

VALMONTONE (RM) – Entro il mese di aprile partirà la procedura di gara d’appalto dell’Ater della Provincia di Roma per il completamento degli edifici A e B del “Contratto di quartiere Villaggio della Rinascita 1”.

Dopo 15 anni di degrado, e un milione e mezzo di euro di spese di affitto a carico del Comune, finalmente la Regione Lazio, con delibera n.90 del 10/03/2016, ha dato il via libera definitivo ai 2 milioni 562 mila euro per il completamento del Villaggio Rinascita.

Gli oltre 2 milioni e mezzo di euro della Regione si aggiungono ai 902 mila euro di residuo del Ministero delle Infrastrutture e ai 350 mila euro di quota comunale per un totale di oltre 3 milioni e 800 mila euro con cui l’Ater può mandare a gara ed affidare i lavori per portare a termine i 60 nuovi alloggi, con infrastrutture e servizi, riqualificando l’intera piazza e demolendo l’ultimo immobile rimasto in piedi.
In questo modo l’Amministrazione Latini potrà, finalmente, scrivere la parola fine ad una storia di cattiva amministrazione che per troppi anni ha avuto risvolti drammatici per decine di famiglie, gravando in modo pesante sulle casse pubbliche.

marco-gentili-assessore-valmontone-q«Rispetto a due anni fa – spiega l’assessore all’urbanistica, Marco Gentili -, quando già riuscimmo a sbloccare questo finanziamento, abbiamo chiesto, e ottenuto, dalla Regione Lazio la rimodulazione dei fondi, per modificare il progetto e fare in modo che, una volta ripartiti i lavori, avessimo la certezza di portare a compimento tutti i 60 alloggi previsti. In tal senso, già nell’ottobre scorso, abbiamo firmato una nuova convenzione tra Ater e Comune in cui sono stati ridefiniti i rispettivi patrimoni (ora 30 alloggi per comune e 30 per Ater)».

Il Sindaco di Valmontone Alberto Latini

«Uno dei punti più importanti del nostro programma elettorale – commenta il sindaco, Alberto Latini – si sta avviando a conclusione. A nome di tutta la città di Valmontone ringrazio, ancora una volta, il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, e tutta la Giunta nonché i commissari dell’Ater della Provincia di Roma, Giuseppe Pititto ora e Leonarda Nucara prima, per la grande sensibilità dimostrata verso la nostra città».

L’Assessore all’Ambiente del Comune di Valmontone Veronica Bernabei

«Era una priorità su cui ci siamo impegnati fin dall’inizio – sottolineano gli assessori Marco Gentili (urbanistica) e Veronica Bernabei (patrimonio) – per superare tutte quelle difficoltà che, coinvolgendo diversi soggetti, si sono venute a creare. Non ci siamo però mai arresi ed oggi, che si arriva a conclusione, siamo fieri di poter mettere la parola fine ad una vicenda divenuta insostenibile sia per le famiglie interessate che per tutto un quartiere che da troppo tempo convive con il degrado di un cantiere abbandonato e pericoloso».

«Vale sempre la pena ripercorrere una storia – conclude il sindaco Latini – che parte nel 2001, con la demolizione delle prime case. I lavori iniziano solo nel 2004 ma si fermano molto presto lasciando tutto nello stato in cui si trova oggi. L’Ater, entro aprile, manderà a gara i lavori che, finalmente, potranno riprendere e, grazie alle modifiche al progetto che abbiamo chiesto ed ottenuto, saranno portati a termine per far tornare tante famiglie nelle proprie case, eliminando loro il disagio di questi anni e al Comune di Valmontone un costo fisso di circa 100 mila euro l’anno di affitti, pari ad un milione e mezzo di euro totali».

Il degrado del cantiere allo stato attuale

Il degrado del cantiere allo stato attuale

 

Potrebbero interessarti anche...

Top