• Senza categoria

Tragedia ad Aprilia. 3 fratelli indiani falciati alla fermata dell’autobus sulla Nettunense. 2 sono morti, uno è grave

Nola FerramentaNola Ferramenta

APRILIA (LT) – Sono stati falciati ed uccisi da un’auto mentre erano alla fermata dell’autobus al Km. 23+500 della Via Nettunense ad Aprilia.

Come tutte le mattine anche oggi, Sabato 9 Maggio, il 21enne Amandeep Singh e la 19enne Sandeep Kaur, fratello e sorella di origini indiane, stavano andando a scuola, all’Istituto superiore Rosselli di Aprilia, ed erano ad attendere l’autobus proveniente da Anzio ad una fermata situata all’altezza dell’incrocio con Via dei Giardini, la strada che collega la Nettunense alla Pontina.

Erano circa le 7:45 quando improvvisamente una Fiat Uno Turbo bianca, condotta da un 40enne di Aprilia – per cause ancora in corso di accertamento a cura della Polizia Stradale di Albano – sbandava pericolosamente andando a falciare le persone che erano in attesa del mezzo pubblico.

Tra loro, oltre ai due ragazzi – che sono praticamente morti sul colpo, dopo essere stati trascinati dall’auto per  diversi metri sull’asfalto – c’era anche un terzo fratello di 17 anni, anch’egli rimasto gravemente ferito, essendo stato coinvolto nella carambola dell’auto, che ha poi finito la sua corsa contro una inferriata che corre parallela alla strada dietro la fermata del Cotral, sfondandola.
Nell’impatto è rimasto ferito anche il conducente dell’auto, il quale – denunciato per omicidio colposo plurimo – sarebbe comunque risultato negativo agli accertamenti di rito sull’assunzione di alcol e droga.

Sul posto, oltre alla Polizia Stradale ed ai sanitari del 118 – che hanno ricoverato in ospedale il terzo fratello, il conducente dell’auto ed un quarto studente illeso ma sotto shock – sono intervenuti anche gli agenti della Polizia Locale di Aprilia che hanno provveduto a gestire il traffico.

La notizia della tragedia è ben presto giunta presso l’istituto di Via Cattaneo frequentato dai ragazzi, e diversi compagni ed insegnanti si sono recati sul luogo dell’incidente unitamente ad alcuni congiunti delle vittime, essendo i genitori temporaneamente tornati in India.

«Una tragedia annunciata – ha detto qualcuno – in un punto più volte segnalato per non offrire adeguata protezione agli utenti del trasporto pubblico che attendono l’autobus sul ciglio della strada…».

 

Potrebbero interessarti anche...

Top