Segni. Nello spazio esterno della Biblioteca Comunale un Reading d’eccezione con “Dentro Roma” dedicato a Pier Paolo Pasolini

Nola FerramentaNola Ferramenta

SEGNI (Eledina Lorenzon) – Venerdi 27 Maggio, presso lo spazio esterno della Biblioteca Comunale di Segni, ha fatto tappa lo spettacolo “Dentro Roma”, reading tratto dal celebre romanzo “Ragazzi di vita” di Pier Paolo Pasolini a 100 anni dalla nascita, con Titta Ceccano e Giuseppe Pestillo, sound design di Francesco Altilio e Mirjana Naardelli, Produzione Matutatatro.

L’atmosfera magica venutasi a creare, ha trasportato il pubblico presente nell’atmosfera delle borgate romane nel primo dopoguerra, dove si muovono personaggi che agiscono spinti dall’istinto e dalle passioni in una realtà povera e degradata.

Ad introdurre e presentare lo spettacolo c’era la d.ssa Annalisa Ciccotti, tra i presenti anche la Consigliera comunale con delega alla cultura Anna Teresa Corsi.

Il reading, di grande impatto emotivo, ha portato in scena le vicende di Alduccio e il Begalone, protagonisti assoluti del settimo e penultimo capitolo del romanzo dato alle stampe nel 1955.
Descrive “gli interni disagiati delle loro case, mentre si preparano alla notte romana e li segue nel loro gironzolare picaresco nel centro di Roma tra fame, sesso e denaro, ciclicamente perduto e ritrovato. Adolescenti che bruciano di Vita, su cui la tenerezza pasoliniana si posa con mano lieve e commovente tanto più che a far da sfondo c’è sempre la Morte”.

“Dentro Roma” nasce all’interno di un progetto più ampio ideato da Matutateatro e denominato “Generazione ’22”: un’iniziativa di promozione culturale, promossa dalla Compagnia dei Lepini, strettamente connessa alla promozione del territorio, in programma da metà maggio fino a dicembre 2022 in diversi Comuni del territorio dei Monti Lepini, tra la provincia di Latina e di Roma, con spettacoli teatrali, eventi, reading e incontri ispirati a grandi personaggi italiani e internazionali di cui nel 2022 ricorre il centenario della nascita.
Personaggi come Pier Paolo Pasolini, Beppe Fenoglio, Jack Kerouac, Margherita Hack, Mario Lodi, Josè Saramago, Luigi Meneghello, Luciano Bianciardi, Vittorio Gassman e Ugo Tognazzi, molto diversi tra loro, ma che hanno lasciato in eredità al mondo il loro contributo importante, hanno in comune l’anno di nascita: il 1922.
“Generazione ’22” vuole essere un’importante occasione culturale per riscoprire e promuovere presso il pubblico le opere di questi personaggi, in una chiave di riscoperta anche del territorio e dell’ambiente naturale, con il coinvolgimento dei luoghi della cultura, quali biblioteche, teatri, scuole, e non solo.