Segni. Epilogo della rassegna natalizia “È Natale, fermati” con il concerto “La Santa Allegrezza” di Ambrogio Sparagna

Nola FerramentaNola Ferramenta

SEGNI (Eledina Lorenzon) – È stato un grande successo l’evento che si è tenuto Sabato 12 Dicembre nella Concattedrale S. Maria Assunta di Segni, a chiusura della rassegna natalizia “È Natale, fermati” con il concerto “La Santa Allegrezza – L’avvenimento cristiano in tre secoli di canzoni”, che ha visto protagonisti i musicisti Ambrogio Sparagna, Gianni Aversano, Marco Iamele e Marco Tomassi.

Il concerto di Ambrogio Sparagna, sponsorizzato dalla Banca di Credito Cooperativo di Roma, è ormai un appuntamento irrinunciabile e sempre molto atteso dalla cittadinanza, testimoniato dalla grande affluenza di pubblico che ha letteralmente riempito la Concattedrale.

Ambrogio Sparagna – oggi uno dei più importanti conoscitori della musica popolare europea oltre ad esserne interprete – è reduce dal “Concerto della Pace” alla Basilica della Natività di Betlemme – insieme all’Orchestra Popolare Italiana dell’Auditorium Parco della Musica di Roma da lui diretta e con la partecipazione straordinaria di Peppe Servillo – dove ha eseguito un repertorio natalizio legato alla tradizione di Sant’Alfonso Maria de’ Liguori ed alcune antiche Laude popolari francescane, ed ha condiviso con il pubblico le forti emozioni vissute in occasione di questo avvenimento.

Tante le emozioni che ha anche regalato al numerosissimo pubblico segnino intervenuto, con il suo spettacolo dedicato al patrimonio religioso popolare, efficace collante dal nord al sud della nostra bella Italia.

Anejo - Agostino BalziAnejo - Agostino Balzi

Complice la partecipazione di Gianni Aversano – insegnante di storia e filosofia, cantante, attore, chitarrista ed autore, fondatore e leader del Trio Napolincanto e dal 2008 voce solista dell’Orchestra Popolare – lo spettacolo si è arricchito di fantastici testi di teatro-canzone, dalla storia dell’asinello nella grotta a quella segreta dell’Angelo Gabriele e non poteva mancare Pulcinella divenuto uno dei Re Magi, brani che hanno coinvolto il pubblico, mettendo in risalto lo straordinario senso religioso di un popolo eccezionale come quello napoletano.
Poesia ed incanto che hanno affascinato ed emozionato il pubblico, così come le meravigliose melodie delle zampogne di Marco Iamele e Marco Tomassi che, spinti da grande passione, hanno saputo dare nuova vita a questi strumenti molto antichi riproponendoli in chiave moderna.

A fine concerto il Parroco Don Franco ha ringraziato i musicisti per le belle emozioni che hanno saputo regalare, evidenziando come ogni anno il concerto si arricchisca di nuove melodie.
L’assessore Mentuccia ed il consigliere delegato alla cultura Stefano Biancone hanno sottolineato la bellezza del concerto ed il grande impegno dell’Associazione di Promozione Sociale Prometeo, che ha tra i suoi che da diversi anni opera per promuovere, sviluppare e perseguire finalità culturali in ogni ambito artistico, scientifico, letterario e nella valorizzazione del territorio.
Hanno poi sottolineato la piena riuscita dei tanti eventi inseriti nella manifestazione “È Natale, Fermati”, nonostante le poche risorse economiche a disposizione, e la presenza numerosa e calorosa della cittadinanza.

 

Potrebbero interessarti anche...

Top