Segni. Anche nella città lepina, contro la violenza sulle donne, una panchina rossa per riflettere e non dimenticare

Nola Ferramenta Natale 2021Nola Ferramenta

SEGNI – È stata realizzata nei giorni scorsi anche a Segni, proprio durante le festività natalizie, la “panchina rossa”, grazie all’impegno costante dell’Assessore Elena Ciotti, dell’Assessore Silvia Pucello e della Consigliera Anna Teresa Corsi delegata alla Cultura, dell’intera Amministrazione comunale e delle ragazze del servizio civile.

Stagione Teatrale Vittorio VenetoStagione Teatrale Vittorio Veneto

La panchina, posizionata su Corso Vittorio Emanuele II, nelle vicinanze della Chiesa S. Maria degli Angeli è stata dipinta grazie al contributo prezioso di Augusto e Daniele Turco che hanno fornito al Comune la vernice necessaria per colorare di rosso la seduta.

In occasione di questa bellissima iniziativa sociale, è intervenuta l’Assessore Elena Ciotti: «Non esiste un giorno rispetto ad un altro in cui sia più importante ricordare quanto sia ingiusta la violenza sulle donne e per questo motivo, anche Segni avrà la sua significativa ed importante panchina rossa dipinta interamente dalle donne che fanno parte dell’Amministrazione Comunale e dalle ragazze del Servizio Civile.
Lo sguardo non deve solo soffermarsi su questo simbolo, ma deve fermarsi a riflettere sull’importanza della violenza come atto negativo sia sulle donne che su qualsiasi altra cosa.

La violenza non è ammissibile in nessun caso.

E questa panchina vuole proprio ricordare questo, e lo farà anche grazie ad una targa che la signora Graziella Colaiacomo, solidale con l’iniziativa, ha donato al Comune di Segni e che è affissa sulla panchina.
Ogni volta che una donna lotta per se stessa, lotta per tutte le donne.

Questa – ha proseguito l’Assessore Ciotti – è una frase che mi emoziona esattamente come emozionante è stata l’esperienza vissuta insieme alle ragazze del Servizio Civile e alle giovani donne dell’attuale Amministrazione Comunale di Segni.
La forza delle donne si vede anche in questi piccoli grandi gesti, da 4 anni noi siamo colleghe ma ancor più donne ed amiche.
Lo siamo diventate in questo tempo “duro e sorprendente”, merito dei momenti condivisi che ci hanno fatto conoscere, apprezzare, accettare l’un l’altra, nonostante i grandi e piccoli, pregi e difetti, che ognuna di noi possiede ma che per curiosità di scoprire e volontà di accettare, ci hanno fatto avvicinare poco a poco. Siamo donne e siamo capaci di grandi cose, per esempio siamo capaci di andare incontro alle opportunità, siamo donne che diciamo e urliamo il nostro dissenso alla violenza.
Da oggi anche Segni ha la sua “Panchina Rossa”, un simbolo contro ogni forma di violenza. Come comunità possediamo un altro luogo in cui fermarsi a riflettere, sedersi e pensare ad alta voce per non dimenticare quanta forza abbiamo noi madri, figlie, sorelle, mogli e amiche.

Questo simbolo – ha concluso l’Assessore Ciotti – è un invito ad essere solidali l’un l’altra, ad unire le proprie forze, a lottare per noi stesse e per tutte le donne, tutte anche quelle che non conosciamo, a lottare contro l’ignoranza e la poca sensibilità che a volte si incontra nel cammino e che con forza lasciamo alle nostre spalle».

 

Potrebbero interessarti anche...

Top