Roma. Tor Bella Monaca e Rocca Cencia. Ancora un servizio straordinario di controllo del territorio da parte dei Carabinieri. 3 arresti

Nola FerramentaNola Ferramenta

ROMA – Ancora controlli dei Carabinieri della Compagnia di Frascati, con il rinforzo di decine di militari provenienti dalle Compagnie Roma Casilina, Velletri, Palestrina, Castel Gandolfo, Colleferro, Tivoli e Subiaco, nelle zone di Tor Bella Monaca e Rocca Cencia mirati a prevenire fenomeni di illegalità diffusa e di degrado.

L’attività rientra nell’ambito di un più ampio piano strategico pianificato dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Roma, in linea con l’azione fortemente voluta dal Prefetto di Roma Matteo Piantedosi in seno al Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica.

Nel corso dell’operazione, i Carabinieri hanno fatto scattare le manette ai polsi di 3 persone gravemente indiziate di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
I militari li hanno notati mentre stavano cedendo, in cambio di denaro, dosi di cocaina ai rispettivi acquirenti.

Nel corso dell’attività, tre persone sono state arrestate, identificate circa 180 persone e controllati 95 veicoli.
In manette è finito un 28enne marocchino, senza fissa dimora e con precedenti, trovato in possesso di 265 dosi di cocaina, per un peso complessivo di 135 grammi, e 215 euro, ritenuti provento di attività illecita.

I Carabinieri hanno poi perquisito l’abitazione di un 36enne romano, già noto alle forze dell’ordine per reati inerenti agli stupefacenti, perché gravemente sospettato di detenere dosi di droga.
Ad esito delle verifiche, infatti, i militari hanno rinvenuto e sequestrato 10 dosi di cocaina, 4 involucri di hashish per un peso complessivo di 75 g, denaro contante e un bilancino di precisione.

Arrestato anche un 25enne, già sottoposto agli arresti domiciliari, sorpreso senza giustificato motivo fuori dal proprio domicilio.

Altri tre giovani sono stati sanzionati perché trovati in possesso di dosi di hashish.

Tutti gli arrestati sono stati condotti in caserma e trattenuti a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa delle udienze presso le aule di piazzale Clodio, al termine delle quali tutti gli arresti sono stati convalidati.