Roma. Positivi al coronavirus tre giovani di ritorno da una breve vacanza nel Cilento e a Capri. Avviato il contact tracing

Nola FerramentaNola Ferramenta

ROMA – Tre giovani romani che dal 16 al 19 Luglio hanno trascorso una vacanza nell’Isola di Capri sono risultati positivi al Covid-19.

Effettuati i tamponi sull’intera comitiva, composta da otto giovani, i tre risultati positivi sono stati posti in isolamento domiciliare per gli altri è scattata la “quarantena”.

A seguito dell’accaduto è stata avviata l’indagine epidemiologica ed il contact tracing.

Sono state già inviate le notifiche alle competenti Asl della Campania così come al Ministero della Salute attraverso il Seresmi.

Il Sindaco di Capri Marino Lembo ha affermato che «la situazione è tranquilla e non risultano criticità».

La positività dei tre giovani è stata comunicata dalla Asl romana alla Asl Napoli 1 Centro, competente per il territorio di Capri, dove è in corso la tracciatura dei luoghi frequentati da 8 giovani.

«Il personale sanitario della Asl Napoli 1 – ha aggiunto il Sindaco – ha comunicato che non vi è riscontro di alcuna criticità sul territorio caprese e che sull’isola non vi sono né casi positivi, né focolai».

La comitiva ha trascorso il soggiorno a Capri in una casa vacanza, dove pure sono stati eseguiti controlli che avrebbero dato esito negativo.

Prima di raggiungere Capri, alcuni membri della comitiva hanno soggiornato in una località del Cilento, dove pure sono in corso controlli da parte della Asl competente.

 

A Capri è obbligatorio indossare le mascherine all’aperto nel fine settimana (venerdì, sabato e domenica) dalle ore 18 alle ore 4, fino al 31 Luglio. Lo stabilisce un’ordinanza del sindaco di Capri, Marino Lembo. Nello scorso fine settimana hanno fatto discutere le immagini delle strade affollate di Capri.

Il contesto “particolare” dell’isola di Capri «richiede misure di massima prevenzione della diffusione del virus per le oggettive e specifiche maggiori difficoltà del territorio».
È quanto contenuto nell’ordinanza con la quale il sindaco di Capri (Napoli), Marino Lembo, stabilisce l’obbligo dell’uso della mascherina in determinate strade di Capri nel weekend tra le ore 18 e le ore 4.

Nell’ordinanza si legge che le “maggiori difficoltà del territorio” sono connesse in particolare “alle ridotte risorse umane sul territorio e in particolare l’attuale dotazione organica del Corpo di Polizia municipale del Comune di Capri che, nonostante un’efficace e scrupolosa attività di sorveglianza, non consente di garantire la piena attuazione delle misure di prevenzione previste dai decreti governativi per numeri superiori di presenze sul territorio”.

Inoltre sull’isola è presente «un presidio ospedaliero di piccole dimensioni, con una ridotta misura dei posti di isolamento, che potrebbe non garantire un’idonea gestione e assistenza in caso di diffusione dell’epidemia».

Infine si segnalano «le oggettive difficoltà dei trasporti marittimi da e verso l’isola, anche tenuto conto delle possibili condizioni meteo marine avverse, ancor più aggravate in ipotesi di trasporto speciale di eventuali pazienti risultati positivi al Covid-19, tra l’altro non trasportabili con elisoccorso».

 

Potrebbero interessarti anche...

Top