Roma. 29enne, ai domiciliari per spaccio, preferisce la galera pur di non rimanere in casa con la compagna. Accontentato dai Carabinieri: ora è in carcere a Rebibbia

Nola Estate 2019Nola Estate 2019

ROMA – La notte scorsa i Carabinieri della Stazione di Roma San Basilio hanno arrestato un giovane di 29 anni, disoccupato e già conosciuto ai militari, in atto sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari, con l’accusa di evasione.

In verità il 29enne si è presentato spontaneamente, nella tarda serata di ieri, 26 Febbraio, presso la caserma dei Carabinieri di San Basilio chiedendo espressamente di essere arrestato: non voleva più restare nell’abitazione – dove stava scontando una pena detentiva agli arresti domiciliari per il reato di spaccio – perché litigava continuamente con la compagna.

Volantino Marmorato Expert Colleferro – Un regalo a tutto volume - 11-24 Luglio 2019

L’uomo era ricercato dai militari perché, a seguito di un controllo fatto nella mattinata di ieri, non era stato rintracciato in casa, da dove si era allontanato senza alcuna autorizzazione dopo l’ennesima lite animata con la sua convivente.

L’evaso “disperato” è stato quindi trattenuto in caserma, fino al rito direttissimo, dove il suo arresto è stato convalidato e la sua “richiesta” è stata accontentata: ora si trova in carcere a Rebibbia.

 

Potrebbero interessarti anche...

Top