• Senza categoria

Rocca Priora. Concorso “La Scuola per Expo 2015”. Il progetto vincitore per il Lazio è stato realizzato dagli alunni del “Duilio Cambellotti”

ROCCA PRIORA (RM) – Con il progetto: “Difendi il cibo vero con i denti”, gli alunni delle Classi IIA-IIC-IIE della Scuola Secondaria di I grado, dell’Istituto Comprensivo “Duilio Cambellotti” di Rocca Priora e del plesso Colle di Fuori, si sono classificati primi nel Lazio, partecipando al Concorso “La Scuola per Expo 2015”, indetto dal Miur per affrontare i temi legati all’alimentazione e all’ambiente.

Rocca-Priora-Scuola-MediaL’elaborato, vincitore del concorso, è stato realizzato in “multimediale”, e descrive “attraverso disegni, poesie, filastrocche, e sfondo musicale le riflessioni degli alunni riguardanti il tema dell’abbondanza e della carenza di cibo per raggiungere le seguenti finalità di vita comune:
Educazione alimentare al consumo consapevole e sostenibile;
Promuovere il rispetto per la natura;
Promuovere ai temi della agricoltura biologica;
Educazione consapevole del ruolo della comunità umana sulla Terra;
Adottare modi di vita ecologicamente responsabili;
Accompagnare all’acquisizione stabile di migliori comportamenti;
Promuovere l’educazione alimentare e lo stile di vita attivo nella Scuola Secondaria di I grado;
Garantire la multietnicità con l’educazione alimentare”.

Nella realizzazione del progetto, i ragazzi sono stati seguiti, attentamente e con molta passione, dai Docenti di Matematica e Scienze: Caterina Paone (referente), Lucia Vinci e Maria Cristina Pucci, che, unitamente al Dirigente Scolastico, professoressa Laura Micocci, accompagneranno, i ragazzi, lunedì 19 maggio, ore 12.30, al Padiglione Italia dell’Expo 2015 di Milano, per presentare il lavoro multimediale realizzato.

Il Dirigente Scolastico, nell’esprimere il suo orgoglio e soddisfazione ad alunni e docenti, nel veder la sua Scuola, unica vincitrice nel Lazio, ha affidato ai ragazzi il compito di diffondere il messaggio per una cultura del benessere e della sicurezza alimentare, di essere l’esempio di uno sviluppo sostenibile e promotori di una società in cui i valori della legalità siano i veri protagonisti.

Infine, vivo compiacimento per questo premio, viene espresso anche dai genitori, dalle Autorità comunali, in particolare dall’assessore alla Cultura, Federica Lavalle, e da chi scrive, ai ragazzi e all’intero Corpo Docente, che, al rientro, saranno certamente ricevuti a Palazzo Savelli.

Luciana Vinci

 

Potrebbero interessarti anche...

Top