Rocca di Papa. Cordoglio e sconcerto per l’assurda morte sul lavoro di Maurizio Santaroni, 49enne di Lariano

Nola FerramentaNola Ferramenta

ROCCA DI PAPA | LARIANO – Perde il controllo del mezzo, finisce contro un container-ufficio il cui tetto sfonda il parabrezza e lo ferisce a morte.

È questa la tragica e cruda dinamica dell’incidente sul lavoro che ieri ha causato la morte di Maurizio Santaroni, 49 anni, di Lariano, in servizio presso l’azienda che gestisce la raccolta della differenziata di Rocca di Papa.

Sul luogo dell’incidente sono immediatamente intervenuti i Carabinieri, i Vigili del Fuoco ed i sanitari del 118 che hanno anche richiesto l’intervento di un’eliambulanza.
Tutto inutile.
Quando i Vigili del Fuoco lo hanno estratto dall’abitacolo del camion – uno Scania R420 scarrabile – l’uomo era ancora vivo.
È spirato poco dopo rendendo vani tutti i tentativi di rianimazione, mentre la Polizia Locale si occupava della viabilità durante le operazioni di soccorso che hanno richiesto anche l’intervento di un carro gru sollevamenti dei Vigili del Fuoco.

La Procura ha disposto l’esame autoptico sulla salma del povero Maurizio – che ora si trova presso il policlinico Tor Vergata – anche per verificare se sia stato colto da un malore nell’immediatezza di quella manovra inspiegabile.

Ad indagare su quanto accaduto sono i Carabinieri di Rocca di Papa e gli ispettori del lavoro della Asl Roma6 che avranno il compito di accertare se ci sono stati eventi particolari che potrebbero aver contribuito all’infortunio mortale e se tutte le condizioni lavorative erano rispettose delle normative vigenti in ambito della sicurezza sul lavoro.

A Lariano, Maurizio lascia la moglie Cristina e due figli.
Era molto conosciuto nella sua comunità. Grande lavoratore, autista esperto, sempre allegro e goliardico. Era ben voluto da tutti.

Alla famiglia giungano le condoglianze della Redazione e della Direzione di CronacheCittadine.it

 

Potrebbero interessarti anche...

Top