• Senza categoria

Rocca di Papa. Convegno sul castagno 2015, per innovare la castanicoltura. Per l’uomo, l’ambiente e l’economia

Nola FerramentaNola Ferramenta

castagneto-630

ROCCA DI PAPA (RM) – Prima di illustrare l’interessante convegno, riteniamo opportuno ricordare che nei primi decenni del 1900 Rocca Priora esportava le “doghe da botte” in Spagna, come da documenti d’epoca, e, attualmente, Venezia utilizza legname di provenienza limitrofa al territorio castellano. Inoltre, esperti ci riferiscono che, nei libri di studio, si parla del legno di castagno dei Castelli Romani come di ottima qualità. Forse, ricerche approfondite sulle sue caratteristiche per accertarne le reali qualità, potrebbero portare, più facilmente, alla sua necessaria rivalorizzazione economica.

convegno-castagno02b-630bOra, torniamo al programmato incontro, che avrà luogo Sabato 7 Novembre 2015, alle ore 9, presso il centro Internazionale di Spiritualità “Sacro Cuore di Gesù” di Rocca di Papa – Via Campi d’Annibale 137, dove si terrà, il “Convegno sul castagno 2015”, organizzato da: L’Alveare – Amici del Castagno di Rocca di Papa, dalla DIBAF – Università degli Studi della Tuscia, Comunità Montana dei Castelli Romani e Prenestini e dal Comune di Rocca di Papa, sul tema: “Innovare la castanicoltura. Per l’uomo, l’ambiente, e per l’economia. Innovazione dei processi, dei prodotti e dei consumi nella programmazione 2014-2020”.

Dopo i saluti istituzionali del presidente Claudio Botti de L’Alveare, del presidente della Comunità Montana Damiano Pucci e del sindaco di Rocca di Papa, Pasquale Boccia, avranno inizio, coordinate e moderate dal prof. Sanzio Baldini, dell’Unione Nazionale per l’innovazione Scientifica Forestale, le relazioni, degli specialisti di tutto il mondo castanile, provenienti, in particolare, dal Ministero Politiche Agricole e Forestali, Regione Lazio, Università della Tuscia, Comunità Montana, Sportelli Forestali, Parco Castelli Romani, Ordine dei Dottori Agronomi e Ordine Dottori Forestali, Associazione Nazionale Città del Castagno, Gal e Studio Silva di Bologna.

Anejo - Agostino BalziAnejo - Agostino Balzi

Interverranno: Gianluigi Davide Fiore, Paolo Rigoni, Pierluigi Molducci, Luigi Portoghesi, Alessandra Pacini, Riccardo Caldoni, Manuela Romagnoli e Francesco Carbone. Dopo la pausa delle ore 11.00 seguiranno gli interventi di Patrizio Zucca, Giuseppe De Righi, Leandro Dominicis e Luigi Vezzalini.

Alle 12.50: inizio del dibattito, con gli interventi delle Autorità e del pubblico, e alle 13.30, concluderà l’incontro il moderatore, prof. Sanzio Baldini, “le cui conoscenze scientifiche e capacità tecniche sono apprezzate in tutto il comparto castanicolo nazionale”.

Questo convegno, il 5° organizzato da L’Alveare, sulla Castanicoltura, consentirà a tutti gli operatori del territorio,di qualsiasi livello, di conoscere le nuove norme che regolano il comparto legno e la necessità di operare uniti per il miglioramento delle attività forestali, sotto il profilo tecnico, economico e ambientale, come richiesto dalla nuova PAC – Programmazione Agricola Comunitaria entro il 2020, vincolando, a quanto richiesto, anche i finanziamenti che rende disponibili.

Al presidente, Carlo Botti, a Franco Pagliuso e a tutti i componenti dell’Associazione L’Alveare – Amici del castagno di Rocca di Papa, all’Università della Tuscia e a tutti gli altri Enti, il più vivo apprezzamento per il lavoro svolto, da anni, a favore del settore, da considerare anche utilissimo non solo per il miglioramento dell’ambiente, ma anche per la vivibilità dell’uomo.

La partecipazione al convegno è gratuita, con ingresso libero, e possibilità di prenotare un menù, a prezzo fisso, in un ristorante della zona.

Luciana Vinci

 

Potrebbero interessarti anche...

Top