Regione Lazio. La Giunta Regionale ha deliberato la dismissione della partecipazione in Lazio Ambiente S.p.A.

Nola FerramentaNola Ferramenta

Il Governatore del Lazio Nicola Zingaretti e l’Assessore all’Ambiente Mauro Buschini

Il Governatore del Lazio Nicola Zingaretti e l’Assessore all’Ambiente Mauro Buschini

ROMALa Regione approva la delibera per la dismissione della partecipazione in Lazio Ambiente Spa, dando esecuzione a quanto previsto dal Piano di razionalizzazione delle società regionali in attuazione della Legge di stabilità nazionale 2015.

La delibera prevede di individuare un soggetto terzo ed indipendente, nel rispetto della normativa vigente, al quale affidare la funzione di advisor, con riferimento a tematiche di natura economico-finanziaria e legale, che affianchi e supporti i tecnici della Direzione Bilancio nel percorso di dismissione societaria.

Così il Presidente Nicola Zingaretti: «Un futuro certo ai territori ed ai lavoratori. Un tema importante della delibera è la garanzia della salvaguardia dei livelli occupazionali, una priorità per questa amministrazione regionale. Un altro aspetto importante è il revamping degli impianti di termovalorizzazione: la Regione ha chiesto a Lazio Ambiente di effettuare una serie di verifiche tecniche per avere un quadro esaustivo del funzionamento degli impianti, per garantire un uso sicuro degli stessi e favorire, così, una maggiore salvaguardia ambientale e una prospettiva importante per la società. Altro tema prioritario, infine, è dare certezze ai Comuni di un servizio qualitativamente elevato in grado di assicurare risultati e competitività».

«Convinto del fatto che compito della Regione sia quello di fornire gli strumenti normativi e vigilare su una corretta gestione dello smaltimento dei rifiuti e non quello di gestire in proprio il processo, abbiamo indicato un percorso che sarà oggetto di concertazione con sindaci e le diverse sigle sindacali che convocherò già nelle prossime settimane» – è il commento di Mauro Buschini, Assessore all’Ambiente.

La reazione dell’Amministrazione Comunale di Colleferro •>

 

Potrebbero interessarti anche...

Top