Pomezia. Ai Carabinieri diceva di non poter tornare a casa, perché in cucina custodiva la cocaina. Arrestato 24enne di origini straniere

Nola FerramentaNola Ferramenta

POMEZIA – I Carabinieri della Compagnia di Pomezia, coordinati dal Comandante Capitano Marcello Pezzi, hanno arrestato un 24enne di origini straniere per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Nel pomeriggio di lunedì, nel corso dei quotidiani servizi perlustrativi finalizzati alla prevenzione dei reati, i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile di Pomezia hanno fermato il giovane, già noto alle forze dell’ordine, mentre si aggirava con atteggiamento sospetto nei pressi della propria abitazione, situata nel quartiere popolare della città.

Fermato e sottoposto a controllo dagli uomini dell’Arma, il ragazzo tentava di convincere i Carabinieri di essere impossibilitato a rientrare a casa, adducendo scuse ben poco credibili.
I militari, quindi, insospettiti, hanno deciso di verificare cosa il giovane stesse tentando di nascondere e infatti, una volta entrati nella sua abitazione, all’interno della cucina hanno rinvenuto un barattolo contenente 11 grammi di cocaina.
Inoltre il giovane, all’interno dei pantaloni, aveva già tentato di nascondere un altro quantitativo di sostanza da taglio e cartine di plastica utili a confezionare le singole dosi.

Immediatamente tratto in arresto, il ragazzo è stato ristretto presso il proprio domicilio, dove rimarrà in attesa del rito direttissimo.

 

Potrebbero interessarti anche...

Top