• Senza categoria

Carabinieri e poliziotti intervengono ad Artena. I primi arrestano un romeno in body da donna, i secondi un giovane spacciatore del posto

Nola FerramentaNola Ferramenta

Artena panorama

ARTENA (RM) – Negli ultimi giorni ad Artena, i Carabinieri e la Polizia di Stato hanno eseguito due arresti nei confronti, rispettivamente di un romeno sorpreso a rubare bottiglie di alcol in un supermercato e di uno studente del luogo per spaccio di coca.

Nell’ambito di un servizio di controllo del territorio, svolto dai Carabinieri della Compagnia di Colleferro nel comune di Artena e finalizzato alla prevenzione e repressione del fenomeno del meretricio, i militari della Stazione di Artena, congiuntamente a quelli di Labico e Segni hanno identificato quattro donne di origine nigeriana dedite alla prostituzione e denunciato un cittadino romeno per non aver ottemperato all’invito del prefetto di Terni di allontanarsi dal territorio nazionale.

Nei giorni passati hanno identificato numerosi avventori alcuni dei quali multandoli con la sanzione prevista dall’ordinanza emessa dal Sindaco del Comune di Artena.

Nel medesimo contesto, i militari dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Colleferro, hanno arrestato un cittadino di origine romena per rapina impropria ai danni della cassiera di un supermercato di Artena.
In particolare lo straniero dopo aver fatto incetta di alimentari e varie bottiglie di vino e superalcolici, vistosi scoperto e seguito da un commesso, lo strattonava tentando la fuga che veniva bloccata dall’immediato intervento di Carabinieri.

L’uomo, già conosciuto per i suoi trascorsi, è molto scaltro, infatti per occultare la merce sottratta indossava un “body” da donna. L’arresto è stato convalidato dall’A.G. di Velletri che ha l’ha sottoposto all’obbligo della presentazione alla P.G..

Complessivamente sono state impiegate di sei autoradio, sono state controllate 80 persone di cui 20 stranieri e 42 autovetture.

Continuano i servizi di controllo nel comune di Artena, finalizzati anche alla repressione del fenomeno dei furti in abitazione.

 

Lo studente 19enne è stato arrestato nel pomeriggio di Venerdì 12 Febbraio, a seguito dell’intervento degli agenti della Polizia di stato del Commissariato di Colleferro.
I poliziotti per diversi giorni hanno effettuato dei servizi di appostamento suggeriti da alcune segnalazioni di genitori preoccupati da un “via vai” sospetto nel centro del paese. Al momento opportuno sono intervenuti, fermando il ragazzo e procedendo alla perquisizione personale.

Il 19enne veniva trovato in possesso di alcune dosi di cocaina pronte all’uso. La susseguente perquisizione domiciliare consentiva di rinvenire ulteriori dosi di coca ed il materiale necessario al confezionamento ed alla distribuzione della droga.

Nel corso degli appostamenti gli agenti rilevavano che tra i clienti del 19enne figuravano coetanei del posto ma anche persone adulte provenienti dai centri limitrofi.

Il giovane è stato arrestato con l’accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Top