Paliano. Oggi l’apertura della “Porta Santa della Misericordia nella Creazione e nell’Ambiente” a la “Selva di Paliano e Mola dei Piscoli”

Nola FerramentaNola Ferramenta

PALIANO (FR) – Oggi, Domenica 8 Maggio, presso il Monumento Naturale “Selva di Paliano e Mola dei Piscoli” avrà luogo l’apertura della “Porta Santa della Misericordia nella Creazione e nell’Ambiente”.

Com’è noto il territorio di Paliano rientra nell’area di competenza della Diocesi Suburbicaria di Palestrina, ma per l’occasione, oltre al Vescovo di Palestrina S.E. Mons. Domenico Sigalini, saranno presenti anche i Vescovi della Diocesi Suburbicaria Velletri-Segni, S.E. Mons. Vincenzo Apicella, e della Diocesi di Anagni-Alatri, S.E. Mons. Lorenzo Loppa.

Il programma prevede:

  • Ore 17.45 accoglienza degli ospiti con la banda Città di Paliano
  • Ore 18 apertura della Porta ed a seguire Santa Messa
  • Ore 19.30 congedo

Si legge in una nota sul sito diocesano: «Con la celebrazione Eucaristica alle 18, nel mezzo della primavera, nella bellezza del tempo pasquale, verrà aperta, nel Monumento Naturale “Selva di Paliano e Mola dei Piscoli” (diocesi di Palestrina e provincia di Frosinone) una Porta Santa della misericordia nella creazione e nell’ambiente perché di essa abbiamo estremo bisogno. È una porta che ci apre non ad una chiesa solenne, ad un tempio votivo, ad un ospedale o ad un carcere (nelle vicinanze abbiamo una porta santa nel Ritiro francescano, nido di santi, di Bellegra, una porta santa nel carcere di Paliano), ma nella bellezza della natura».

locandina-creazione-e-nellambiente-630L’iniziativa è promossa e condivisa da: Diocesi di Palestrina, Comune di Paliano, Regione Lazio – Assessorato regionale all’ambiente, Commissione regionale della pastorale sociale e del lavoro, giustizia e pace e salvaguardia del creato e le aziende agricole che lavorano nel Monumento Naturale Selva di Paliano e Mola dei Piscoli.

Nel corso della manifestazione sarà possibile visitare la Mostra sull’Enciclica di Papa Francesco Laudato sì “Il grido della Terra” e verranno esposte le tavole della Via Crucis realizzate dall’artista Anna Maria Pini, la quale ha realizzato anche le 16 formelle della porta.

I dipinti in esse raffigurati richiamano le opere della “Misericordia di Dio” e l’artista le ha realizzate dedicandole alla sua città, Colleferro, che in qualche modo partecipa all’evento anche spiritualmente.

I temi che trattati nelle formelle della porta vanno dall’idea del “Matrimonio di Adamo ed Eva”, alla “Pace delle 3 Religioni del Mondo”, a “Gesù Ammonitore contro coloro che mancano di rispetto alla Sua Madre Immagine della Madonna di Fatima…. all’incontro con “Dio Padre e Gesù” il quale porta nella piccola barca le anime buone nella “Gerusalemme Celeste”… al campo seminato con i fiori dell’arcobaleno, alla famiglia che con Gesù ammira le bellezze della natura incontaminata .. e.. tanto altro ancora…
Le formelle sono state realizzate dall’artista in collaborazione con la piccola Alisia che ha dipinto tutti i fregi che si alternano con le 16 formelle colorati da fiori e frutti .. visti “con occhi di bambina”.

Per l’occasione il laboratorio di Amma Maria Pini ha progettato anche un abito, frutto delle ricerche sulla pittura del 500 della Famiglia Colonna allora proprietaria dei terreni del Parco, e realizzato in tutti i dettagli con pittura su tessuto, ricami in perle e confezione.
Il capo è stato realizzato in un recente stage scolastico presso il laboratorio dell’artista dalle allieve Cecilia, Domitilla, Claudia, Eleny, Erika, Giorgia, Giulia, Giusy, Lucrezia, Marianna, Rebecca, Silvia, Marianna M e Lucrezia V. Claudia nell’occasione vestirà l’abito, ed Eleny si occuperà del trucco rinascimentale…

Un momento di forte impatto emotivo dunque coinvolgerà quanti parteciperanno all’evento, al quale – ancora adesso (nonostante alcune insistenti voci) – non è confermata la pur ipotizzata partecipazione del Santo Padre Papa Francesco…

 

Potrebbero interessarti anche...

Top