Paliano. Con il progetto ‘Bene Comune’ le informazioni turistiche diventano più accessibili attraverso la rete (FOTO)

Nola FerramentaNola Ferramenta

PALIANO (FR) – Favorire la pubblicazione e condivisione dei dati in possesso della dell’Amministrazione Comunale a partire da turismo, il settore scelto nella fase sperimentale. E’ questo l’obiettivo del progetto ‘Bene Comune’, promosso dal Comune di Paliano e finanziato dalla Filas (società della Regione Lazio) che è stato presentato giovedì pomeriggio, nella sala consiliare, dall’Assessore al Turismo Simone Marucci alla presenza del Sindaco Maurizio Sturvi e dei professionisti della società incaricata di realizzare il progetto.

Con questa iniziativa, che prosegue l’attività di trasparenza avviata sin dall’inizio di questa consiliatura, si vuole dare inizio ad un nuovo processo di progressiva pubblicazione online dei dati in formato aperto, con l’obiettivo di permettere ad aziende, associazioni e cittadini di valorizzare i dati dell’Amministrazione, migliorando l’accessibilità delle informazioni e sviluppando nuove applicazioni a beneficio di tutta la comunità. I primi dati ad essere rilasciati saranno relativi al settore turistico, proprio per incentivare lo sviluppo di un ambito economico importante. A seguire ed in maniera progressiva, il percorso di digitalizzazione e rilascio riguarderà anche tutti gli altri settori della Pubblica Amministrazione.

Nello specifico si intende rendere disponibili, a turisti e a coloro che ne avessero bisogno, i dati e le informazioni correlate alle risorse e ai servizi turistici disponibili sul territorio; creare uno strumento interattivo con il cittadino e gli utenti in generale che possa fornire informazioni in tempo reale di strutture ricettive o preposte a fornire servizi di assistenza turistica, di conoscere le particolarità di un territorio (prodotti tipici) e la sua storia e di partecipare ad eventi; favorire l’afflusso di turisti organizzando al meglio il loro tempo in base alle loro esigenze (percorsi tematici); favorire le attività commerciali attinenti il turismo sponsorizzandole sulle applicazioni web e mobile, in particolare con la visualizzazione degli esercizi su mappa; supportare la Pubblica Amministrazione nell’analisi dei servizi turistici offerti ed eventuali mancanze per programmare futuri interventi correttivi e migliorativi.

Per la realizzazione di ‘Bene Comune’ si configurerà l’infrastruttura wireless, attraverso la collocazione di access point nelle vicinanze dei siti in modo da garantire una totale copertura Wi-Fi lungo gli itinerari di visita. Sfruttando la tecnologia Wi-Fi, i visitatori potranno collegarsi direttamente dal proprio dispositivo mobile a distanza ad un access-point e accedere alla rete Wireless che verrà impiantata nell’area di interesse. Attraverso questo sistema ogni visitatore, avrà una visibilità immediata di tutti servizi che vengono proposti, oltre, alla guida interattiva e la descrizione dei vari percorsi turistici.

Per l’inizio dell’estate, inoltre, sarà pronto il nuovo portale del Comune di Paliano. Tutti i cittadini sono chiamati, pertanto, a trasmettere tutto ciò che rappresenta il loro rapporto con il territorio, memoria storica e appartenenza (fotografie, immagini, video, lettere, documenti antichi). All’interno del progetto, infatti, verrà creato un archivio digitale ‘Il BENE COMUNE di Paliano’ contenente tutti i materiali pervenuti.

«Bene Comune’ è un progetto d’avanguardia – ha sottolineato l’Assessore al Turismo Simone Marucci – intanto perché il Comune di Paliano, insieme a quello di Alatri, è stato l’unico che è riuscito a cogliere questa opportunità del bando regionale ottenendo un finanziamento di 106mila euro per modernizzare la propria offerta culturale sotto il profilo della comunicazione; inoltre rappresenta un punto di partenza nuovo in quanto abbandona il punto di vista personale e fa emergere il valore della collaborazione che nel medio-lungo periodo ci aspettiamo possa dare risultati importanti in termini di ritorno turistico. Mi piace pensare a ‘Bene Comune’ come alla tavolozza del pittore dalla quale poter attingere i colori per personalizzare il proprio percorso turistico ma anche per realizzare un’idea di impresa utilizzando la mole di dati e di servizi che il progetto si propone di rendere liberi. ‘Open Data’ non appartiene all’Amministrazione Comunale che ha solo veicolato questa grande opportunità rivolta a tutti i cittadini, ma in primis agli operatori economici interessati a sfruttare le opportunità che arrivano da una vetrina prestigiosa come quella offerta dalla rete. Del resto, oggi se non si è presenti sul web non si esiste perché ormai il marketing è veicolato per lo più attraverso le nuove frontiere del web».

«Questo progetto ha la capacità di portare Paliano nel mondo» ha detto il Sindaco Sturvi che ha ricordato la scelta operata nel passato di essere un centro a vocazione agricola e turistica. «Il Dna di Paliano – ha detto il Sindaco – è questo. Oggi il turismo potrebbe essere la risorsa vera della nostra città e il portale la farà conoscere ancora meglio. Invito, pertanto, gli operatori turistici e chiunque fosse interessato ad espandere la propria attività a cogliere questa opportunità unendosi agli altri e scegliendo le nuove tecnologie per apparire in una vetrina privilegiata come la rete».