Da oggi 1° Agosto 2014 la Tenenza della Guardia di Finanza di Colleferro diventa Compagnia…

Nola Ferramenta ShopNola Ferramenta Shop

La sede della Guardia di Finanza di Colleferro

La sede della Guardia di Finanza di Colleferro

COLLEFERRO (RM) – Da oggi  1° Agosto la Tenenza “Brigadiere Giovanni Battista Marchetti” della Guardia di Finanza di Colleferro, su decisione del Comando Generale del Corpo, è stata elevata al rango di Compagnia.

Il Comandante della Tenenza della GdF di Colleferro Ten. Matteo Amoroso

Il Comandante della Tenenza della GdF di Colleferro Ten. Matteo Amoroso

La scelta, determinata dall’importanza socio-economica del territorio e dall’incremento demografico che sta interessando alcuni dei venti Comuni che ricadono nella sua competenza, (Gorga, Pisoniano, Labico, Artena, Bellegra, Rocca Di Cave, Rocca Santo Stefano, Colleferro, San Vito Romano, Segni, Capranica Prenestina, Carpineto Romano, Valmontone, Castel San Pietro Romano, Cave, Montelanico, Gavignano, Genazzano, Olevano Romano, Palestrina) consentirà di fronteggiare più efficacemente i fenomeni di illegalità più insidiosi.

A fine settembre, poi, lo stesso Comandante della locale sede della Guardia di Finanza, il Tenente Matteo Amoroso, verrà promosso al grado di Capitano e verosimilmente rimarrà alla guida della neonata Compagnia almeno per un altro anno.

Volantino Marmorato Expert Colleferro – Sull’onda del FUORITUTTO - 8-28 Agosto 2019

La storia delle Fiamme Gialle di Colleferro affonda le radici in un passato lungo e glorioso che ha visto, negli anni, aumentarne la presenza, con il continuo divenire del contesto sociale, economico e criminale del territorio della “Valle del Sacco”.

Guardia di Finanza Tenenza ColleferroLa Guardia di Finanza, infatti, è presente a Colleferro sin dal 1937; inizialmente Brigata, è diventata Tenenza nel 1995 ed i militari in servizio andarono via via aumentando, fino al 14 Giugno del 2011, quando la Guardia di Finanza di Colleferro fu la prima Forza dell’Ordine a trasferire la propria sede presso la “Cittadella della Sicurezza” in Via Casilina al Km. 50,300.

La nuova struttura è molto più grande della precedente. Ora i metri quadrati a disposizione sono 1150, vi sono 20 uffici, 2 celle di sicurezza, un’armeria, un ufficio Urp ed una grande sala convegni, oltre ad un parcheggio interno di 400 metri quadrati ed uno esterno di oltre 2mila…

Lo scorso anno, il 9 Novembre 2013, con una solenne cerimonia, la Tenenza è stata intitolata al Brigadiere Giovanni Battista Marchetti (leggi lo speciale •>)…

Oggi la Tenenza è diventata Compagnia, con una forza organica idonea a fronteggiare le sfide di questi anni, dalla lotta all’evasione fiscale agli sprechi ed alle distrazioni di risorse pubbliche, dal contrasto agli arricchimenti illeciti della criminalità organizzata al controllo economico del territorio. 

Guardia-di-Finanza-Compagnia-Colleferro-2

Lusinghieri i risultati conseguiti in questi primi sette mesi dell’anno: sul fronte della polizia tributaria, le verifiche fiscali hanno consentito di proporre all’Agenzia delle Entrate il recupero a tassazione di materia imponibile per oltre 46 milioni di euro e la constatazione di circa 12 milioni di IVA evasa. Cospicuo il numero di persone denunciate all’Autorità Giudiziaria per condotte previste dalla normativa penale-tributaria che, in taluni casi, hanno portato all’applicazione di misure ablative patrimoniale finalizzati a cautelare l’Erario per le imposte evase, le sanzioni e gli interessi.

Oltre 50 sono stati, invece, i controlli volti al contrasto delle forme di evasione cosiddetta “di massa”, di cui 37 inerenti le compravendite e le locazioni immobiliari che, da soli, hanno portato alla scoperta di affitti “in nero” per circa 250.000 euro.

Sono 9 i “falsi poveri” individuati per aver fruito indebitamente di provvidenze pubbliche, spettanti invece alle categorie sociali meno abbienti (buoni asili nido, refezione e trasporto scolastico, gratuito patrocinio legale, ecc.).

Per il riscontro della corretta osservanza degli obblighi di certificazione dei corrispettivi di vendita, sono stati eseguiti 503 attività ispettive, dei quali oltre il 52% con esito irregolare, consegnando alle statistiche la mancata emissione di più di tre scontrini su cinque.

Il Reparto ha anche avviato accertamenti economico-patrimoniali sul conto di personaggi sospettati di arricchimenti illeciti, in applicazione della normativa antimafia, che hanno portato alla proposta all’Autorità Giudiziaria di proposte di sequestro di patrimoni per svariati milioni.

Intenso è l’impegno per concorrere al mantenimento dell’ordine e della sicurezza pubblica, con il costante controllo del territorio, che ha portato, fra gli altri, al sequestro di una pericolosa discarica nel territorio del Comune di Valmontone nonché di oltre 400 capi ed articoli contraffatti e/o pericolosi per la salute pubblica.

Tanti Auguri e Buon lavoro!

Giulio Iannone

 

Potrebbero interessarti anche...

Top