Latina. Il fotografo subacqueo David Salvatori, 52 anni, muore durante un’immersione all’Isola di Favignana in Sicilia

Nola FerramentaNola Ferramenta

LATINA – È finito tragicamente il viaggio organizzato dal fotografo subacqueo David Salvatori, 52enne di Latina, che ha perso la vita proprio durante una immersione nel mare dell’Isola di Favignana, appartenente all’Arcipelago delle Egadi, ad ovest della Sicilia.

L’immersione fatale si è verificata intorno alle ore 13,30, Salvatori si è immerso insieme ad altri due amici che intendevano, anche con il supporto di una guida locale, esplorare i fondali di un’area sita a 3,3 miglia nautiche ad est dell’isola, tra Favignana e la Sicilia.
Avevano raggiunto una profondità di circa 40 metri quando la guida si è resa conto che qualcosa per David Salvatori non andava bene.
Immediatamente la guida ha deciso di riportare in superficie il 52enne, a bordo della barca con la quale si erano recati sul posto.
È stata allertata la Guardia Costiera che si è recata sul posto per poi ricondurre l’imbarcazione fino in porto dove i sanitari del 118 – allertati nel frattempo – hanno invano tentato di rianimare il fotografo.
Per i due compagni d’immersione, forse proprio a causa della rapida emersione, è stato necessario il ricorso alla camera iperbarica.

Sulla morte del 52enne è stata aperta un’inchiesta e le autorità siciliane, in collaborazione con la Capitaneria di Porto di Trapani, stanno svolgendo tutti gli accertamenti per fare chiarezza su quanto avvenuto.
Dopo i primi esami del medico legale, la salma è stata trasferita all’ospedale Sant’Antonio Abate di Trapani a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Sgomento ed incredulità a Latina, dove David era molto conosciuto ed apprezzato per il suo lavoro di fotografo naturalistico, che solo in tempi relativamente recenti si era spinto nell’esplorazione dei fondali marini. Un lavoro grazie al quale aveva anche ricevuto vari premi.
Aveva anche pubblicato diversi volumi con le sue splendide foto subacquee. Inoltre era uno sportivo, ciclista e podista, e non dell’ultima ora….

R.I.P.