• Senza categoria

La Polizia di Stato del Commissariato di Colleferro festeggia il Santo Patrono San Michele Arcangelo

Nola FerramentaNola Ferramenta

Colleferro-Commissariato-Polizia-di-Stato

COLLEFERRO (RM) – Domani, 29 Settembre, Festa di San Michele Arcangelo, la Polizia di Stato festeggia il proprio Patrono(*).

VQA-Dirigente-Commissariato-Colleferro-Paolo-GigliPer la prima volta il locale Commissariato di Polizia, diretto dal Vice Questore Aggiunto dr. Paolo Gigli, organizzerà un’apposita cerimonia per rendere onore al proprio Santo protettore.
Per l’occasione, nel piazzale interno del Commissariato, avrà luogo la celebrazione di una Santa Messa devozionale che verrà officiata da S.E.R. Mons. Vincenzo Apicella, Vescovo della Diocesi Suburbicaria di Velletri-Segni, e concelebrata da S.E.R. Mons. Lorenzo Loppa – Vescovo della Diocesi di Anagni-Alatri – e da S.E.R. Mons. Domenico Sigalini – Vescovo della Diocesi Suburbicaria di Palestrina-.

S.E. Mons. Vincenzo Apicella in occasione dell’inaugurazione del Commissariato di Polizia di Colleferro

S.E.R. Mons. Vincenzo Apicella in occasione dell’inaugurazione del Commissariato di Polizia di Colleferro

La presenza dei vescovi di tre Diocesi la dice lunga sull’area territoriale di competenza del presidio di Polizia di Colleferro che si estende ai Comuni di: Affile, Arcinazzo Romano, Artena, Bellegra, Carpineto Romano, Cave, Colleferro, Gavignano, Genazzano, Gorga, Jenne, Labico, Montelanico, Olevano Romano, Rocca S. Stefano, Roiate, Segni, Vallepietra, Valmontone.

Alla cerimonia sono stati invitati tutti i Sindaci e le Forze dell’Ordine del territorio di competenza del Commissariato. 

San Michele Arcangelo

(*) Domani 29 Settembre dunque la Chiesa celebra (insieme a San Gabriele e San Raffaele) San Michele Arcangelo, il cui nome in ebraico Mi – ka – El significa: “Chi come Dio?”.

San Michele Arcangelo-630

Dipinto autografo di Guido Reni (olio su seta – ca. 1635), custodito nella Chiesa dei Cappuccini (Chiesa di Santa Maria della Concezione) a Roma

Nell’iconografia, orientale ed occidentale, San Michele Arcangelo viene rappresentato come un combattente, con la spada o la lancia nella mano e sotto i suoi piedi il dragone, simbolo di satana, sconfitto in battaglia.
Nel Nuovo Testamento (capitolo 12° del libro dell’Apocalisse) S. Michele è presentato come avversario del demonio, vincitore dell’ultima battaglia contro satana e i suoi sostenitori.

Per i cristiani quindi San Michele viene considerato il più potente difensore del popolo di Dio, del bene contro il male.
È stato proclamato Patrono e protettore della Polizia da Papa Pio XII il 29 Settembre 1949 per la lotta che il poliziotto combatte tutti i giorni come impegno professionale al servizio dei cittadini. Per l’ordine, l’incolumità delle persone e la difesa delle cose.
Più di 60 località italiane, tra le quali Caserta, Cuneo, Alghero, Albenga e Vasto, lo venerano come Santo Patrono, e San Michele, oltre che della Polizia di Stato, è protettore anche di molte altre categorie di lavoratori: farmacisti, doratori, commercianti, fabbricanti di bilance, giudici, maestri di scherma, radiologi.
È il patrono anche dei paracadutisti d’Italia e di Francia…

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Top