• Senza categoria

Jacopo a 26 anni muore di mononucleosi infettiva fulminante all’ospedale “Lazzaro Spallanzani” di Roma

Nola FerramentaNola Ferramenta

Roma. Ospedale Spallanzani

Roma. Ospedale Spallanzani

ROMAÈ stata aperta un’inchiesta sulla morte di un giovane di 26 anni deceduto all’Ospedale “Lazzaro Spallanzani” di Roma per quella che in un primo momento è stata definita una “mononucleosi infettiva fulminante”.

Si era appena laureato ed aveva tanti progetti ma, dopo aver accusato alcuni disturbi, era stato ricoverato, il 23 Agosto scorso, al Policlinico Gemelli a causa di un forte gonfiore alla gola. Qui i sanitari avevano deciso di trasferirlo allo “Spallanzani” per essere sottoposto ad una cura con antibiotici e cortisonici.

Dopo 3 giorni il giovane ha avuto una crisi respiratoria ed è stato urgentemente trasferito nel reparto di rianimazione dove è entrato in coma. Vi è rimasto 7 giorni e ne è uscito… morto.

Jacopo L., questo il nome di battesimo del giovane, non aveva mai avuto patologie particolari in passato, e la sua famiglia non riesce a capacitarsi come sia stato possibile che il giovane abbia potuto trovare la morte forse proprio a causa di una malattia infettiva proprio in un nosocomio specializzato come lo Spallanzani. 

Il magistrato, che si sta occupando del caso, ha disposto l’autopsia sul corpo del ragazzo, e forse solo dopo potrebbero essere inseriti nel fascicolo i nomi di eventuali indagati. Intanto verranno ascoltati i medici, gli infermieri ed il personale ospedaliero che ha avuto in cura Jacopo.

Non è escluso che, incredibilmente, a causare la morte del giovane possa aver contribuito un’altra infezione contratta in ospedale…

 

Potrebbero interessarti anche...

Top