Inquinamento dell’aria e nuova “zonizzazione”. I Sindaci dei Comuni del comprensorio di Colleferro incontrano l’Ass. regionale all’Ambiente Mauro Buschini

Nola FerramentaNola Ferramenta

IL 3 GENNAIO scorso i Sindaci, e/o loro rappresentanti, dei Comuni di Artena, Carpineto Romano, Colleferro, Gavignano, Labico, Montelanico, Segni e Valmontone, si sono incontrati per discutere gli effetti della Delibera della Giunta Regionale del Lazio D.G.R. 536 del 15/09/2016 [consultabile qui •>] dal titolo: “Nuova zonizzazione del territorio regionale e classificazione delle zone ed agglomerati ai fini della valutazione della Qualità dell’Aria ambiente in attuazione del D. Lgs. N. 155/2010. Misure comprensoriali di intervento per il risanamento”.

Nel corso di quell’incontro, che si è svolto presso il Municipio di Colleferro, i Sindaci convenuti hanno studiato e valutato sia i contenuti della DGR n. 536/2016 [•>], sia quelli di una circolare della Regione Lazio – Direzione regionale Ambiente e Sistemi Naturali – Area conservazione e tutela qualità dell’ambiente, prot. N. 635050 del 20 Dicembre 2016, relativa alle prescrizioni per la predisposizione e la attuazione dei Piani di Intervento Operativo (P.I.O.) dei Comuni •>.

La questione è molto semplice: nel suddividere la Regione in classi omogenee di inquinamento dell’aria (con le relative prescrizioni), la maggior parte dei Comuni di cui sopra sono stati inseriti nella «classe 1» (classe 2 per Carpineto Romano e Labico) e cioè quella con maggiori problemi di inquinamento. Se si rilegge l’elenco dei Comuni appare difficilmente credibile che Gorga o Montelanico possano avere le stesse problematiche – e di conseguenza le stesse prescrizioni di intervento – di Colleferro o di Valmontone, riguardo all’inquinamento dell’aria…
La stessa Colleferro – e lo ha spiegato l’Assessore all’Ambiente di questo Comune, Giulio Calamita, in un comunicato stampa •> – non sarebbe poi messa così male…

Per questi motivi, al termine di quell’incontro, i Sindaci hanno deciso di chiedere all’Assessore regionale all’Ambiente Mauro Buschini un incontro urgente, non tanto e non solo per rivalutare e discutere la classe di inserimento, quanto soprattutto per rimodulare le misure d’intervento previste per le classi di appartenenza dei Comuni in questione.

Incaricata di redigere la lettera per la richiesta dell’incontro – a nome di tutti i Sindaci interessati – è stata il Sindaco di Gorga Nadia Cipriani.
Nella sua lettera si legge, tra l’altro: «Ritenendo opportuno e doveroso che tale problematica debba necessariamente essere risolta dai Sindaci di questo comprensorio in forma associata per area territoriale di intervento, tenuto conto inoltre che la quasi totalità dei a Comuni in indirizzo (incluso il mio borgo di 800 anime a 800 mt di altezza in una posizione ambientale che ritenevo invidiabile) è stata classificata in classe 1 per la qualità della aria dalla DGR 536/2016, valutato inoltre che alcune misure obbligatorie per i comuni in classe 1, indicate nella summenzionata nota regionale del 20 Dòicembre 2016, non risultano di facile applicazione ed attuazione in una ottica più generale di sostenibilità intendendo – come a Lei noto – la sostenibilità ambientale ma anche economica e soprattutto sociale delle misure da porre in essere, Le chiedo, in nome anche dei miei colleghi sindaci che hanno condiviso questa nota, di partecipare a un incontro con noi Sindaci, insieme ai tecnici degli uffici regionali e comunali preposti, da tenersi presso la sala consiliare del mio Comune, al fine di valutare insieme le iniziative più idonee e praticamente sostenibili da porre in campo e le relative modalità di attuazione, tenendo anche conto delle specificità di ogni Comune.
Nel ringraziare per la cortese attenzione, resto in attesa di un Suo riscontro che Le chiedo sia a breve termine, considerando la delicatezza e la importanza di tale problematica…».

E la risposta dell’Assessore Buschini non si è fatta attendere, infatti per Venerdì 27 Gennaio alle ore 10,30 a Gorga è previsto un incontro tra i Sindaci dei Comuni coinvolti e l’assessore compresi i relativi tecnici.

 

Potrebbero interessarti anche...

Top