“Il fattore identitario della scuola territoriale”, un interessante e partecipato convegno organizzato dalle D.S. dell’I.C. Colleferro II e dell’I.I.S di Valmontone

Nola FerramentaNola Ferramenta

COLLEFERRO (Eledina Lorenzon) –  Martedì 5 Giugno, presso la Sala Konver, si è tenuto un interessante e partecipato Convegno, con la partecipazione attiva delle scuole di Artena, Carpineto Romano, Colleferro, Gavignano, Montelanico, Segni e Valmontone, dal titolo “Il fattore identitario della scuola territoriale”, promosso dalle Dirigenti Scolastiche Dott.ssa Marika Trezza e Dott.ssa Patrizia Fiaschetti rispettivamente dell’I.C. Colleferro II e I.I.S. di Via Gramsci – Valmontone, per dialogare sulla necessità di intensificare i rapporti tra scuola e territorio al fine di mantenere l’azione educativa in contatto con la realtà del mondo circostante.

Gli istituti scolastici ormai da molti anni intrattengono proficui rapporti con diversi enti territoriali ed istituzionali, appartenenti sia al sistema dell’istruzione che della formazione e del circuito culturale, associativo e sportivo che possono permettere di arricchire l’offerta formativa con iniziative di collaborazione.
Il territorio diviene così sede privilegiata di sviluppo del processo di apprendimento per la costruzione di un sistema formativo integrato capace di investire sui giovani.

 

Ad aprire la manifestazione la Dirigente scolastica Dott.ssa Marika Trezza che, dopo i saluti alle Autorità ed al numeroso pubblico presente, ha affrontato, in modo esaustivo e specifico, le motivazioni del Convegno e “l’esigenza di rinsaldare il rapporto tra le diverse istituzioni ed il legame tra le stesse con il territorio”, scegliendo la via forse meno agevole, ma sicuramente la più proficua, che è della rendicontazione dell’operato delle scuole a quanti hanno interesse diretto o indiretto, che sono i genitori, le istituzioni, le imprese, le associazioni locali, un plateau abbastanza vario, diversificato ed eterogeneo per questo molto complesso nella sua vastità e questo rende sicuramente il compito della scuola ancora più difficile per arrivare a dare un’informazione sempre più aggiornata e capillare.

 

L’intervento della Dirigente scolastica Patrizia Fiaschetti, che ha voluto rivolgere un ringraziamento particolare agli studenti del Turistico di Valmontone per l’ottima l’organizzazione ed accoglienza al Convegno, ha definito questo evento un importante momento nel percorso di confronto che la rete delle scuole del 38° distretto del territorio, già avviato in un precedente incontro a Carpineto Romano sul tema del Piano di Miglioramento. “Il cammino prosegue quindi nelle pratiche di condivisione, riflessione e dialogo attraverso la rendicontazione sociale della e nella scuola che gli conferisce concretezza e visibilità dando conto degli impegni assunti, delle risorse impiegate e dei risultati raggiunti. Possiamo dire che il bilancio sociale misura la scuola non solo in termini di efficienza ed efficacia, ma anche in termini di equità proponendola come costruttore del bene comune delle giovani generazioni”.

 

Presenti i Sindaci del Comprensorio Pierluigi Sanna (Colleferro), Emiliano Datti (Gavignano), Matteo Battisti (Carpineto Romano), l’Ass. Lara Caschera (Artena) che nei loro interventi hanno ribadito la disponibilità nei confronti degli Istituti Scolastici ad una sempre più completa ed attenta collaborazione, tenendo presente la grande offerta formativa che il nostro territorio si vanta di offrire.

Gradita ospite e relatrice la Prof.ssa Florinda Nardi, professoressa associata di Letteratura italiana presso l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”.
Il suo intervento è stato dedicato alla necessità di costituirsi in rete, tenendo presente l’importanza che il territorio riveste. La scuola e l’Università hanno, da un punto di vista della didattica, la stessa missione, quella di “creare il cittadino del futuro”. Ha poi sottolineato come l’Università riponga grande attenzione alla formazione delle “matricole” affinché diventino insegnanti del futuro motivati, consapevoli che conoscenze e competenze debbono essere aggiornate in continuazione per affrontare le continue innovazioni in una società in continua evoluzione.

Il testimone è poi passato ai Dirigenti Scolastici degli Istituti del territorio e precisamente, in ordine di intervento, l’I.C. Colleferro II – relatrici le Prof.sse Arianna Grossi e Giuseppina Pilla, l’I.I.S. Via Gramsci Valmontone – Prof.ssa Alberta Tummolo, I.C. Segni – Dott. Marco Saccucci, ITIS S. Canizzaro – Dott. Alberto Rocchi, I.C. Leone XIII – Dott.ssa Floriana Raia, I.C. Colleferro I – Dott.ssa Antonella Romani, I.C. Artena – Dott.ssa Daniela Michelangeli, IIS Via delle Scienze Colleferro – Dott. Antonio Sapone, I.C. Madre Teresa di Calcutta – D.ssa Antonietta Fusillo, quali hanno illustrato i rispettivi bilanci e i risultati raggiunti nell’ultimo anno di lavoro e le specificità dei rispettivi Istituti, i progetti già attuati e quelli da attuare sottolineando tutti i soggetti in gioco che insistono sul territorio: istituzioni, associazioni culturali e sportive, ma anche il mondo del lavoro con aziende commerciali ed industriali ed importanti realtà collegate alla gestione e protezione dell’ambiente affinché la scuola sia luogo delle relazioni in cui il sapere sia finalizzato allo sviluppo globale dello studente.

Interessante e costruttivo l’intervento della D.ssa Serena Zurma dell’A.G.E. – Colleferro che opera per il miglioramento delle relazioni tra famiglia, scuola e società offrendo un’attività mirata che tiene conto di tutte le realtà familiari.

A chiudere la manifestazione l’intervento del Prof. Alfredo Vinciguerra, fondatore nel 1975 della rivista “Tutto Scuola” la più accreditata testata specializzata nel settore scolastico, rivolta a tutti coloro che sono interessati all’universo formativo: docenti, dirigenti scolastici, personale non docente, studenti, genitori, che ha rafforzato l’opinione che sia quanto mai necessario fare squadra per promuovere un cambiamento possibile.

Nell’ambito del Convegno è stata allestita, dagli studenti della classe IV A Turistico dell’I.I.S. di Via Gramsci – Valmontone, in collaborazione con Alberta Tummolo, insegnante e poetessa, una interessante mostra tra poesia e fotografia dal titolo “Scatti Di-Versi”.
L’iniziativa, sviluppata nell’ambito dell’alternanza scuola-lavoro, ha avuto come obiettivo l’invito a riflettere insieme su diversità e multicultura, attraverso i versi di A. Tummolo tratti dalla silloge “Di ago e di filo” – L’Erudita Editrice e dei visi degli studenti,immortalati dalla fotocamera, insieme a tanti volti sconosciuti, scaricati da internet, per rafforzare l’opinione che non dobbiamo avere paura del diverso, ma dobbiamo provare a catturare tutto ciò che c’è di positivo nella diversità, che si trasforma così in arricchimento sociale e culturale.

Insieme ai ragazzi hanno esposto i fotografi Fulvia Colagrossi, Silvio Edmondo Corsi, Vincenzo Corsi, Luana Filosini e Fabio Ianni.

 

Potrebbero interessarti anche...

Top