“Green Pass rafforzato” e “Green Pass base”. Ciò che cambia è l’app di verifica. Come procurarseli, dove e come devono essere utilizzati

Nola Ferramenta Natale 2021Nola Ferramenta

Da Lunedì, 6 Dicembre, è entrato in vigore il Super Green Pass (o “Green Pass rafforzato”), la certificazione “rafforzata” che sarà necessaria già in zona bianca per svolgere una serie di attività, dall’andare al ristorante al chiuso, andare al cinema, a teatro e negli stadi.
Il Green Pass Base resterà obbligatorio per andare a lavoro e sui mezzi di trasporto locali.

Stagione Teatrale Vittorio VenetoStagione Teatrale Vittorio Veneto

Il Super Green Pass è ottenibile solamente da chi ha effettuato la vaccinazione o è guarito dal Covid-19.
La certificazione base, invece, può essere ottenuta anche con un tampone molecolare (validità 72 ore) o antigenico (validità 48 ore).

Chi è già in possesso di un Green Pass scaricato grazie alla vaccinazione o guarigione non dovrà fare nulla: la certificazione si trasformerà automaticamente in un Super Green Pass e si potrà continuare a usare lo stesso QR code per entrare nei luoghi in cui è richiesto.

Ciò che cambia, in effetti, è il funzionamento dell’App “VerificaC19” usata per controllare la validità delle certificazioni verdi.
Fino ad ora leggeva solo l’informazione relativa alla validità del Green Pass, mentre adesso dovrà controllare se la certificazione è stata ottenuta tramite vaccino, certificato di guarigione o tampone.

Anche per scaricare il Super Green Pass quindi restano le stesse modalità usate per la certificazione base.
Il certificato si può ottenere tramite il sito nazionale dedicato (www.dgc.gov.it) ma anche con il Fascicolo Sanitario Elettronico e tramite le App “Io” ed “Immuni”.

Dopo il vaccino, il cittadino viene informato della disponibilità del Green Pass con un sms, o con una email, che contiene un codice di autenticazione. Dopo essersi collegati al sito www.dgc.gov.it tramite identità digitale (Spid/Cie) oppure con Tessera Sanitaria, basta inserire il codice e la certificazione sarà immediatamente disponibile e scaricabile.

Per chi non riceve il codice, il ministero ha messo a disposizione una sezione del sito per recuperare autonomamente la certificazione. Bisognerà indicare il codice fiscale, il numero della tessera sanitaria, la modalità con cui si ottiene il Green Pass (vaccinazione, tampone, guarigione) e la data.

Il modo più comodo se si è in possesso di un account Spid (il sistema pubblico di identità digitale) per ottenere il certificato è l’App “Io”: dopo essersi autenticati, gli utenti riceveranno una notifica sul proprio dispositivo mobile ogni volta che diventa disponibile una certificazione a loro intestata.

Si può usare anche il Fascicolo sanitario elettronico (Fse): dopo aver effettuato l’accesso, sullo schermo si aprirà il proprio fascicolo dove si trovano i documenti già caricati dall’Azienda sanitaria di riferimento.
Qui ci saranno anche l’attestato di tampone negativo, di avvenuta vaccinazione contro il Covid-19 o di avvenuta guarigione.

Si può utilizzare anche l’App “Immuni”: nella sezione “EU Digital Covid Certificate” è possibile caricare il proprio certificato verde. Per ottenere il Green Pass è necessario avere il codice autorizzativo che si riceve dal Ministero della Salute.

Dopo aver visualizzato la propria certificazione, si consiglia di salvare e conservare il QR code.
Si può sia salvare l’immagine nella galleria fotografica dello smartphone, così da poterlo mostrare anche in assenza di connessione internet, sia stampare il pdf su carta e portarlo con sé.

Dal 6 Dicembre per alcune attività è necessario il Green Pass Rafforzato, detto anche Super Green Pass, ovvero il certificato Covid ottenuto solo con vaccinazione o guarigione dalla malattia, e non col tampone negativo.
Il Governo ha pubblicato la seguente tabella di 8 pagine per capire quali attività saranno aperte a tutti, quali soltanto a chi ha il Green Pass e ancora quali sono riservate a chi è munito di Super Green Pass.
Le regole valgono dal 6 Dicembre 2021 fino al 15 Gennaio 2022.

Sono 13 gli ambiti trattati nel documento pubblicato dal governo: spostamenti, impianti sciistici, lavoro, accesso a esercizi e uffici, scuola e università, strutture socio-sanitarie, bar e ristoranti (esclusi quelli delle strutture ricettive), strutture ricettive, attività sportive in strutture pubbliche e private, attività ed eventi culturali, eventi sportivi, attività ricreative, concorsi pubblici.

Il Green Pass Base è obbligatorio su aerei, treni, navi e traghetti. Ma anche su autobus e pullman di linea che collegano più di due regioni, su autobus e pullman adibiti a servizi di noleggio con conducente, sui mezzi impiegati nei servizi di trasporto pubblico locale o regionale.

Non servirà il Green Pass per: taxi ed autovetture fino a nove posti, compreso quello del conducente, adibiti a servizio di noleggio con conducente, ad eccezione di quelli in servizi aggiuntivi di trasporto pubblico locale (cui si applica la disciplina relativa all’utilizzo dei mezzi di trasporto pubblico locale di linea).

Sempre consentiti gli spostamenti all’interno del proprio Comune a prescindere dal possesso di pass.
Gli spostamenti verso altri Comuni della stessa regione, quando si è in zona arancione, sono invece consentiti senza Green Pass solo per lavoro, necessità, salute o per servizi non sospesi, ma non disponibili nel proprio Comune. Stesso discorso vale per gli spostamenti con mezzo proprio verso altre Regioni/Province autonome.

Sui mezzi dedicati al trasporto scolastico di minori di 12 anni non servirà il Green Pass né in zona bianca e gialla, né in caso la Regione o il Comune passino in arancione.

Senza Green Pass Base non si può acquistare lo skipass che consente, anche in via non esclusiva, l’accesso a impianti chiusi come funivie, cabinovie e seggiovie con chiusura delle cupole paravento.
In zona arancione, per questi impianti chiusi, sarà necessario il Super Green Pass.
Green pass non necessario invece per gli impianti all’aperto come skilift e seggiovie senza cupola, eccetto se si passa in zona arancione. In quel caso serve il Super Green Pass.

Per i lavoratori pubblici e privati (eccetto per i lavoratori pubblici per i quali vige l’obbligo vaccinale), a prescindere dal colore della zona, è necessario l’utilizzo del Green Pass Base sia per l’accesso al lavoro che per l’accesso alle mense.

Sempre consentito anche senza Green Pass l’accesso a negozi e uffici pubblici. Nei centri commerciali, in caso di passaggio in zona arancione, per l’accesso ai negozi (eccetto alimentari, edicole, librerie, farmacie, tabacchi) nei giorni festivi e prefestivi sarà necessario il Super Green Pass.

Per gli studenti di scuole superiori e istituti tecnici: a prescindere dal colore della zona non è necessario il possesso del Green Pass.
Per gli studenti universitari, a prescindere dal colore della zona, è necessario possedere il Green Pass base.

È necessario il Green Pass Base, a prescindere dal colore della zona, per l’accesso dei visitatori a strutture sanitarie, socio-sanitarie, residenziali, socio-assistenziali e hospice.

La consumazione al banco nei locali di somministrazione, in zona bianca e gialla, è sempre consentita, a prescindere dal possesso del Green Pass.
In zona arancione, invece, è necessario il Super Green Pass. Stessa regola per la consumazione al tavolo all’aperto. Per il tavolo al chiuso invece serve il Super Green Pass

Nelle strutture ricettive l’alloggio è sempre consentito anche senza pass.
Il servizio di ristorazione non riservato ai clienti della struttura ricettiva all’aperto è sempre consentito, ma in zona arancione serve il Super Green Pass.
Per il servizio di ristorazione non riservato ai clienti della struttura al chiuso serve il Super Green pass.
Green Pass Base se al servizio di ristorazione accedono i clienti della struttura sia all’aperto che al chiuso.

Nell’ambito sportivo non serve il Green Pass per: attività sportiva o motoria all’aperto, anche presso aree attrezzate e parchi pubblici; sport di squadra e attività sportiva in centri e circoli sportivi all’aperto.
Sempre consentita anche senza pass l’attività riabilitativa e terapeutica ricompresa nei livelli essenziali di assistenza (Lea) all’aperto e al chiuso.

Al chiuso, per palestre, piscine e centri sportivi, in zona bianca o gialla è necessario l’utilizzo del Green Pass Base.
In zona arancione è necessario il possesso del Super Green Pass. Stesse regole per gli spogliatoi.
All’aperto, in zona bianca e gialla è sempre consentito l’accesso a palestre e piscine a prescindere dal possesso del Green Pass. In zona arancione è necessario l’utilizzo del Super Green Pass.

Fare sport di contatto all’aperto, in zona bianca e gialla è sempre consentito a prescindere dal possesso del Green Pass. In zona arancione è invece necessario l’utilizzo del Super Green Pass.

Serve il Super Green Pass per l’accesso a spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche, locali di intrattenimento e musica dal vivo e in altri locali (con capienza al 100%) al chiuso.
Per mostre e musei al chiuso, in zona bianca e gialla basta il Green Pass base, in zona arancione è necessario il Super Green Pass.

Per l’accesso a competizioni ed eventi sportivi in stadi e palazzetti (capienza del 60% al chiuso e del 75% all’aperto) è necessario il possesso del Super Green Pass.

Per le feste non conseguenti a cerimonie civili o religiose, per sale da ballo e discoteche – a prescindere dal colore della zona – è necessario il possesso del Super Green Pass.

Per le feste conseguenti a cerimonie civili e religiose, in zona bianca e gialla è necessario il possesso del Green Pass Base.
In zona arancione è invece necessario l’utilizzo del Super Green Pass.

Per parchi tematici, centri termali e centri benessere, sale gioco, sale scommesse, sale bingo, in zona bianca e gialla è necessario il possesso del Green Pass Base.
In zona arancione è invece necessario l’utilizzo del Super Green Pass.

Per centri culturali, centri sociali e centri ricreativi al chiuso, in zona bianca e gialla è necessario il possesso del Green Pass Base, mentre in zona arancione serve il Super Green Pass.

Per la partecipazione alle prove in presenza nei concorsi pubblici, a prescindere dal colore della zona, è necessario il possesso del Green Pass Base.

 

Potrebbero interessarti anche...

Top