• Senza categoria

Grande successo per il raduno bandistico in occasione del Bicentenario della Banda Musicale Città di Segni “Eugenio Blonk Steiner” [FotoeVideo]

Nola FerramentaNola Ferramenta

 

SEGNI (RM) – Sabato 7 Maggio giornata di grande emozione a Segni per i festeggiamenti del Bicentenario di attività della Banda Musicale Città di Segni “Eugenio Blonk Steiner”, attualmente diretta dal M° Mario Vari.

L’evento, per suggellare l’importante traguardo dei due secoli di vita, ha visto l’organizzazione di un Raduno bandistico, patrocinato dal Comune di Segni e dalla Banca di Credito Cooperativo di Roma, con la partecipazione dell’Ass. Musicale Bandistica “Giovanni Pierluigi da Palestrina”, diretta dal M° Luca di Matteo, la Banda Musicale “Paolo Ciavardini” e la Banda Giovanile “Paolo Ciavardini” di Guarcino, diretta dal M° Domenico Ciavardini.

«La città di Segni è stata tra le prime comunità ad avere una banda cittadina, ne è documentata  la presenza già nel 1816, a testimonianza dell’alto grado di civiltà e ricchezza culturale raggiunta» così Francesco Canali, mediante una dettagliata e precisa ricerca d’archivio, nel suo libro “La Banda Musicale di Segni”, edito nell’Ottobre 2007, ripercorre le tappe più salienti di un complesso musicale definito, secondo la dicitura dell’epoca, il “concerto musicale di Segni”, una delle prime istituzioni musicali del Lazio meridionale.

Nel corso della sua lunga storia il complesso bandistico ha avuto alterne vicende, ha visto il succedersi di molti maestri nella direzione, ha mutato repertorio ed organico a seconda dei tempi, delle necessità e delle circostanze senza mai rinunciare alla sua vocazione fondamentale di fare musica.
Nel 1934 il M° Scipione Blonk-Steiner assunse la direzione del complesso bandistico dando notevolissimo impulso alla formazione attraverso un ricco vivaio di giovani che hanno garantito continuità alla banda negli anni successivi.
Al termine della II Guerra Mondiale il Comune non si fece più carico dalla Banda Musicale che continuò comunque l’attività in modo autonomo. Tanti i direttori, per lo più autodidatti, che la portarono avanti fino ai primi anni sessanta.
Nel 1964 il Comune dette incarico al M° Eugenio Blonk-Steiner, figlio di Scipione, che con dedizione, competenza e passione la diresse fino ai primi anni novanta. 
Gli succedette il M° Fabio Valeri.
L’attuale formazione, costituitasi in associazione, è diretta dal M° Mario Vari, diplomato in tromba.
L’Associazione è iscritta all’Albo Regionale delle Bande Musicali del Lazio.

L’organico è formato da circa cinquanta elementi, molti dei quali professionisti.
 Insegnanti competenti e con esperienza si occupano di corsi musicali ad indirizzo bandistico, rivolti a giovani ed adulti, occasione privilegiata per avvicinare le nuove generazioni alla musica .
Duecento anni di memoria da custodire, scritta tra le note di un pentagramma che indubbiamente riempie di gioia e di orgoglio tutta la comunità cittadina, soprattutto per l’opera educativa che porta avanti avviando allo studio della musica i giovani che trovano, in questa realtà, anche un momento di sana aggregazione sociale .

Le tre formazioni bandistiche hanno attraversato la città , partendo da Corso Vittorio Emanuele, coinvolgendo ed emozionando i tanti cittadini assiepati lungo il percorso, regalando emozioni e ricevendo applausi entusiasti. Arrivati a Piazza Santa Maria, gremita di pubblico, hanno intonato, sulla scalinata della Chiesa, sotto la direzione del M° Mario Vari, l’Inno di Mameli.

Ogni formazione ha poi presentato, sul palco, una rassegna del loro ricco repertorio e, in un concerto così speciale, non poteva mancare un’ampia carrellata di generi comprendenti brani pop, rock, di musica classica e colonne sonore da film, oltre alle tradizionali composizioni originali per banda.

Nello splendido scenario di Piazza Santa Maria in una serata fantastica, il linguaggio universale della musica ha saputo ancora una volta donare sensazioni uniche e creare un’atmosfera magica.

Eledina Lorenzon

 

Potrebbero interessarti anche...

Top