Frosinone. In manette tre romeni già condannati. A vario titolo responsabili di rapina e sfruttamento della prostituzione

Nola FerramentaNola Ferramenta

Carabinieri-notte-inseguimento-f

FROSINONENella mattinata di oggi, 22 Gennaio, a Frosinone, i militari della locale Stazione Carabinieri, davano esecuzione a tre ordini di carcerazione emessi dal Tribunale di Frosinone.

A finire in manette sono stati tre cittadini di nazionalità romena.

Uno di loro, 27enne residente nel capoluogo, per il reato di “rapina aggravata e associazione a delinquere dedita allo sfruttamento della prostituzione”, condannato a scontare una pena di 4 anni e mesi 8 di reclusione.

Gli altri due, entrambi 30enni ed anch’essi residenti a Frosinone, sono stati arrestati per “associazione a delinquere dedita allo sfruttamento della prostituzione”, e già condannati ad una pena di anni 2 mesi 5 e giorni 2 di reclusione.

Il tutto in riferimento ai fatti commessi in Frosinone nel Luglio 2014 •>.

Dopo le formalità di rito gli arrestati venivano tradotti, il primo presso la Casa Circondariale di Frosinone, mentre agli altri due venivano posti agli arresti domiciliari presso le rispettive abitazioni.