• Senza categoria

Ferentino celebra il 70° Anniversario del Sacrificio di Don Morosini e dei bombardamenti della città

Nola FerramentaNola Ferramenta

Don-Morosini

FERENTINO (FR) – Con il Patrocinio della Regione Lazio e dell’Amministrazione Provinciale, la Città di Ferentino si prepara per le celebrazioni del 70° anniversario del Sacrificio di Don Giuseppe Morosini e per le cerimonie commemorative per le personalità e le 400 vittime civili dei bombardamenti del 1943-1944.

Per questi importanti eventi della Storia della Città, l’Amministrazione ha predisposto, attraverso l’insediamento di un Comitato (leggi la lettera del Presidente •>) e il coinvolgimento di Associazioni, Istituti scolastici, Enti, Parrocchie e Comitati, l’organizzazione di manifestazioni per celebrare questi giorni storici e per commemorare, doverosamente, quanti combatterono e si sacrificarono per la libertà.

Roma_citta_aperta_Don_PietroDopo la Giornata della Memoria, l’omaggio ai martiri delle Fosse Ardeatine, Giovanni Ballina e Ambrogio Pettorini, l’intitolazione di una scuola a Domenico Salvatori, fucilato da nazisti in Albania, Giovedì 3 Aprile cerimonia ufficiale per onorare l’eroico sacerdote vincenziano che partecipò alla resistenza durante l’occupazione tedesca della Città eterna, ispirando il regista Roberto Rossellini per la figura di Don Pietro, interpretato magistralmente da Aldo Fabrizi nel film Roma Città Aperta.

Nella Cattedrale alle ore 10.00 si terrà una santa Messa di suffragio, nel ricordo anche delle oltre 400 vittime dei bombardamenti, tra cui centinaia di sfollati provenienti dai Comuni prossimi alla Linea Gustav: Cassino, Castrocielo, Cervaro, Pontecorvo, Aquino e altri ancora.

Dopo la deposizione delle corone sulla tomba e presso il Monumento al Vascello, nel Salone di rappresentanza del Palazzo Martino Filetico, Monsignor Luca Brandolini, Vescovo-Vicario Capitolare della Basilica Papale di San Giovanni in Laterano terrà una conferenza sul tema: Libertà e bellezza. Le passioni di Don Giuseppe Morosini, Sacerdote e Partigiano.
Alle ore 18.00 nella Chiesa di Santa Maria Maggiore, omaggio al musicista e compositore Don Giuseppe da parte dell’Orchestra del Conservatorio di Frosinone con l’esecuzione di sue composizioni: Fantasia campestre, (rev. maestro Antonio D’Antò) e Ninna nanna (trascrizione del maestro Antonio Poce).
Per l’occasione sarà, inoltre, inaugurata una Mostra Storico-Fotografica, che si terrà nei locali di Palazzo Martino Filetico sulle personalità, distruzioni, eventi e vicende della Seconda Guerra Mondiale, che hanno visto la città di Ferentino drammaticamente colpita.

Il programma ufficiale delle celebrazioni, proseguirà il 25 aprile dedicato alla Liberazione con la deposizione di una corona nel Criptoportico della Cattedrale, omaggio ai ferentinati vittime del periodo bellico.

Anche durante il mese di maggio sono in programma importanti appuntamenti.
Il suono della sirena dell’allarme aereo risuonerà alle ore 12 di Sabato 24 Maggio in coincidenza del più devastante bombardamento del 1944.
Nella serata dalle ore 21.00 fiaccolata e corteo lungo le zone più demolite con la lettura dei nomi delle vittime, momenti di riflessioni e testimonianze con la collaborazione della Parrocchia di S. Agata. Le immagini delle sconvolgenti distruzioni del Borgo e della Chiesa di S Agata, le rovine della Casa della Divina Provvidenza testimoniano l’immane disastro.

Un annullo postale filatelico speciale per celebrare il 70° Anniversario del Sacrificio di Don Giuseppe Morosini

annullo-speciale- don-morosini-ferentino

Tra le iniziative di commemorazione, anche la realizzazione di un annullo filatelico che ricorderà Don Giuseppe Morosini, il sacerdote-partigiano ucciso a Forte Bravetta da nazisti.
Giovedì 3 aprile, nell’ambito delle iniziative promosse in occasione del 70° anniversario del Sacrificio di Don Giuseppe Morosini, Poste Italiane attiverà a Ferentino un servizio postale temporaneo con l’emissione di un annullo speciale filatelico, dedicato alla ricorrenza.

Il servizio è stato richiesto dall’Associazione Pro Loco che collabora con l’amministrazione comunale di Ferentino. Lo sportello sarà allestito in Piazza Matteotti e sarà operativo dalle 10,00 alle 16,00. Con questo speciale timbro saranno bollate tutte le corrispondenze presentate allo sportello, dove saranno anche disponibili tutti i prodotti filatelici e, in particolare, le cartoline celebrative emesse in tema con la manifestazione.

Cinque sono le cartoline, sulle quali materialmente sarà apposto lo speciale annullo filatelico realizzato per l’occasione. Le cartoline riprendono le immagini dell’arrivo nel 1954 a Ferentino del feretro, il corteo e l’accoglienza della salma di Don Giuseppe, in Piazza Matteotti, raccolte in apposito cofanetto al fine di dare giusto risalto e importanza all’evento, e sarà prodotto in tiratura limitata.

Dopo la giornata celebrativa, l’annullo sarà trattenuto per due mesi a Ferentino nello sportello filatelico dell’Ufficio Postale di piazza Matteotti. In questo periodo sarà ancora possibile far bollare la corrispondenza con l’annullo direttamente allo sportello o inviando gli oggetti, già affrancati, per le commissioni filateliche, in busta chiusa e accludendo la busta già indirizzata e affrancata per la restituzione.

 

Potrebbero interessarti anche...

Top