• Senza categoria

Esplode in volo un convertiplano. Perdono la vita i piloti Pietro Venanzi di Velletri e l’americano Herb Moran

Nola FerramentaNola Ferramenta

  • Il convertiplano Agusta-Westland 609

VELLETRI (RM) – Un convertiplano Agusta Westland 609, nella mattinata di oggi, 30 Ottobre, intorno alle ore 10, è esploso in volo ed è precipitato al suolo uccidendo i due collaudatori a bordo.

È accaduto tra Santhià e Tronzano, nel Vercellese. A bordo due piloti di lungo corso: Pietro Venanzi e Herb Moran.

A nulla è servita stamattina la lunga ed apprezzata esperienza dell’amico ed ex collega Pietro Venanzi.
Se l’era già vista brutta qualche anno fa, nel 2002, quando fu coinvolto in un altro incidente, nel cesenate, in cui morì il collega pilota Vincenzo Iellano: Pietro si era salvato lanciandosi col paracadute prima dell’impatto al suolo dell’elicottero sul quale volava.
Questa volta, probabilmente, non ha avuto nemmeno il tempo di pensare a lanciarsi…

Pietro-Venanzi+Pietro Venanzi, 53 anni, nato a Velletri, e residente a Sesto Calende (Va). Sposato e padre di quattro figli.
Era il capo-collaudatore del convertiplano AW609 e lavorava in Agusta Westland dal 1999.
In precedenza aveva prestato servizio per l’Aeronautica Militare. Uscito dall’Accademia Aeronautica di Pozzuoli nel 1986, con il Corso Centauro IV, ha volato per l’Aeronautica Militare Italiana fino al 1999, anno in cui è entrato a far parte del gruppo industriale Agusta Westland come pilota sperimentale.
Oltre ad avere grande esperienza di volo, Venanzi è stato insignito della medaglia di bronzo al Valor Militare e ha ricevuto negli Stati Uniti d’America, nel 2014, il premio “Iven Kicheloe” destinato a piloti sperimentali, proprio per il suo lavoro con il programma AW609.

Herb-Moran-qNell’abitacolo del convertiplano, con Venanzi, c’era anche il co-pilota Herb Moran, a sua volta esperto aviatore con alle spalle un lungo servizio su questo velivolo.
Moran era di Portland (Oregon – Usa) ma viveva da tempo nel varesotto. Per tredici anni è stato pilota nel corpo dei Marines, poi, lasciata l’uniforme, Moran ha prima lavorato per Bell e dal 2011 era diventato pilota sperimentale per Agusta Westland.

La Cronaca

Il convertiplano si era levato in volo dallo stabilimento Finmeccanica-Agusta Westland di Vergiate (Va). Dopo una mezzora di volo è accaduto qualcosa, sulla quale ora stanno indagando i Carabinieri, anche loro intervenuti sul luogo della tragedia e sulla quale anche l’Agusta Westland ha aperto un’inchiesta interna.

Il velivolo è esploso. I rottami infuocati si sono sparsi sul campo di mais sottostante, sul quale si è abbattuta la fusoliera in fiamme dell’aeromobile con all’interno ciò che restava dei due piloti.
Quando sul luogo dell’incidente sono giunti i sanitari del 118, intervenuti con i Vigili del Fuoco, hanno trovato i cadaveri dei due piloti carbonizzati, come tutto il resto del velivolo.
Alcuni testimoni avrebbero riferito di aver sentito un forte boato e subito dopo aver visto precipitare il velivolo. Altri hanno affermato di aver visto il velivolo in fiamme, ancora in qualche controllo, prima sfiorare le case per poi abbattersi sul campo…

«Non ho dubbi che se ne hai avuto il tempo e la forza, hai fatto tutto il possibile per … “limitare i danni”…»

La Redazione e la Direzione di Cronache Cittadine sono vicini ai familiari delle vittime.

Riposa In Pace Pietro.

Giulio Iannone

 

Potrebbero interessarti anche...

Top