• Senza categoria

Entro fine anno attive 24 ore su 24 anche le basi dell’Elisoccorso di Viterbo e Latina. I dati operativi del 2014

Nola Estate 2019Nola Estate 2019

Una elimbulanza Pegaso pronta al decollo

Una elimbulanza Pegaso pronta al decollo

VITERBO | LATINAElitaliana avvierà i corsi per il personale di condotta con i sistemi di visione notturna (Nvg – Night Vision Goggles) a partire dalle prossime settimane.

A seguito dell’adozione dei Programmi Operativi 2013-2015 a salvaguardia degli obiettivi strategici di rientro dai disavanzi sanitari della Regione Lazio, è stata infatti estesa anche alle ore notturne (in aggiunta a quella h24 di Roma), l’operatività delle basi dell’Elisoccorso di Latina e di Viterbo, che saranno entro la fine dell’anno attive 24 ore su 24.

Elitaliana è quindi arrivata preparata per tempo all’entrata in vigore del nuovo Regolamento comunitario EU 965/12, che prevede anche l’autorizzazione alle operazioni in elicottero con i visori notturni.
«Siamo in grado di attrezzare le basi in tempi brevi, serve solo l’input dell’Ares 118 e della Regione – ha commentato il direttore generale di Elitaliana Giampiero Pedone – Potremo quindi intervenire entro 20 minuti anche in notturna in tutte le località del Lazio».

Settimana Lenovo Marmorato Expert Colleferro

L’adozione dei Programmi Operativi 2013-2015, firmata a fine luglio, comprende la riorganizzazione del sistema di soccorso territoriale e dell’offerta assistenziale. Oltre all’estensione H24 delle basi di Viterbo e Latina, è prevista la ridefinizione delle elisuperfici con l’aggiunta alle 26 già attive di quelle di Amatrice (già realizzata e certificata), Acquapendente (già realizzata ed in attesa di certificazione), Ostia, Terracina e Subiaco e Monterotondo.

Un intervento del Pegaso 21 di stanza a Fonte di Papa, la base romana di Elitaliana

Un intervento del Pegaso 21 di stanza a Fonte di Papa, la base romana di Elitaliana

Dal 1° gennaio al 31 luglio 2014, sono stati effettuati 1.063 interventi, 186 in più rispetto allo stesso periodo del 2013, quando il totale si era fermato a quota 877. Aumentano anche per le missioni notturne, dalle 77 del 2013 alle 85 (+8) dei primi sette mesi del 2014. Stesso discorso per gli interventi sulle isole, saliti a 34 rispetto ai 25 dello scorso anno.

Nella prima metà dell’anno, i dati hanno visto un incremento uniforme: ad aumentare sono stati anche gli interventi con il verricello (impiegato per il recupero di feriti in aree ostili), arrivati a quota 11. Le ore di volo complessive, inoltre, sono state 748 (erano 630.51 nello stesso periodo del 2013).

La base più attiva si conferma quella di Roma. Dall’aerodromo di Fonte di Papa, sulla via Salaria (attiva H24), l’elicottero AW109 (identificato con il nome Pegaso 21) si è sollevato per 488 interventi, 30 in più rispetto allo scorso anno. Spicca il dato sugli interventi notturni, che rappresentano il 18 per cento del complessivo (85 voli). In tutto, dalla base di Roma sono state effettuate 393 missioni primarie (interventi sul luogo dell’incidente) e 95 secondarie (trasferimento da ospedale a ospedale).

Il Pegaso 33, di stanza a Viterbo (l’unico dotato di verricello, che inoltre assicura gli interventi per la provincia di Rieti), ha effettuato 242 interventi (189 primari, 53 secondari), di cui 11 in aree ostili in collaborazione con i professionisti del Soccorso Alpino.

Il Pegaso 44, basato a Latina, è stato infine impegnato per 333 interventi di cui 20 nelle isole (272 primari, 61 secondari).

Si tratta di dati fondamentali, che certificano l’importanza del servizio di Elisoccorso per il Lazio.

«Dal punto di vista tecnico e dei mezzi, siamo in grado di rispondere alle eventuali richieste di potenziamento del servizio avanzate dall’Ares 118 e dalla Regione. Per rispondere meglio ai bisogni dei nostri committenti, abbiamo già provveduto a rinnovare la flotta con l’acquisto di elicotteri AW109 Trekker e AW169, entrambi modelli di ultima generazione prodotti da AgustaWestland – spiega il direttore generale di Elitaliana Giampiero Pedone -. Il livello professionale dei nostri piloti e quello degli equipaggi sanitari del 118 è tale da portare i soccorsi e arrivare in ospedale in pochi minuti. Non siamo noi a dirlo, ma gli Enti di controllo: tutti quelli effettuati in questi mesi sul nostro modello operativo (quattro in sette mesi) dalle autorità nazionali e dall’Ares 118, hanno confermato che forniamo alla Regione Lazio chiavi in mano un servizio che si può dire d’eccellenza, con tariffe tra le più basse d’Italia».

«Come Elitaliana, la più antica azienda elicotteristica italiana e realtà produttiva soprattutto laziale che dà lavoro a 140 persone tra Roma, Viterbo e Latina, siamo molto fieri di questo impegno – conclude Pedone -. Siamo attrezzati per dare ai cittadini della nostra regione, all’ente Regione, tutta la nostra conoscenza del settore e la nostre professionalità. Siamo a disposizione nella linea tracciata dal presidente Zingaretti: maggiori servizi e lotta agli sprechi».

 

Potrebbero interessarti anche...

Top